Contro il Lecco solo pari e pene antiche, la Robur non vince tra le mura amiche

Un penalty di Arrigoni regala il vantaggio ai padroni di casa. Pareggio, sempre sul dischetto, di Strambelli. Ospiti in 10 dal 61’: espulso Bastrelli

Fischi sonori alla fine per i tifosi del Siena che mal digeriscono il pareggio interno contro un Lecco che, nonostante l’inferiorità numerica, riesce a risalire la china e a cogliere un pareggio che regala il quinto risultato utile consecutivo. La Robur spreca una possibilità grande di vincere un match che avrebbe consentito di mettere benzina nel motore per la corsa verso una posizione migliore in classifica in vista play off. Per quanto si è visto alla fine dei 95 minuti giocati segno “x” giusto. Il “mal del Franchi” colpisce ancora: il Siena non vince tra le mura amiche

Gli uomini di Dal Canto sono quelli previsti alla vigilia. Non c’è Cesarini infortunato, conferma per il duo d’attacco D’Auria-Guidone. D’Agostino, grande ex della contesa, deve fare di necessità virtù: è senza diversi uomini e dispone solo di due centrocampisti di ruolo. Scusate se è poco.

PRIMO TEMPO

Al 3’ minuto ospiti vicino al vantaggio. Conclusione di  Bastrini con Confente bravissimo a dire di no. Reazione Siena con il tiro dal limite di D’Auria: di poco a lato. Al 16’ occasionissima per i bianconeri: Serrotti per Guidone che ci prova con una conclusione a giro. Livieri, in tuffo, dice di no. Al 34’ annullato un gol a Guidone pescato in fuorigioco: da rivedere. Al 37’ su un’iniziativa di Negro suda freddo la Robur: bravo Buschiazzo a liberare la propria area.

SECONDO TEMPO

In apertura di frazione doppia occasione Lecco: si salva la difesa di casa. Al 59’ monumentale la chance per il  Lecco  con Negro e Calissoni che non riescono ad infilare la porta di Confente bravo anche in questa occasione.  Nel momento migliore degli ospiti, accade ciò che non ti aspetti: al 61 ‘  Bastrini becca il secondo giallo per fallo su D’Auria lasciando i suoi in dieci. Al 67’ la svolta del match: Bobb entra in ritardo su Arrigoni lanciato in area. Rigore netto. Tommaso Arrigoni, sempre lui, si incarica del tiro. Battuta secca con brivido: pallone sul palo interno e poi il gol. Vantaggio Robur.   Passano 4 minuti. Sugli sviluppi di un apparente innocuo fallo laterale, Buschiazzo commette una leggerezza mettendo giù un avversario. Penalty giusto. Strambelli realizza spiazzando l’estremo difensore di Dal Canto. Equilibrio ristabilito. Al 87’, su azione insistita, è il subentrato Maffei a divorarsi l’occasione del raddoppio.

Succede poco nonostante i 5 minuti di recupero.

Giuseppe Saponaro

La foto è tratta dal sito ufficiale del Siena robursiena.it

ROBUR SIENA: Confente; Lombardo, Buschiazzo, D’Ambrosio, Migliorelli (1’st Panizzi); Vassallo (21’st Icardi), Gerli (34’st Da Silva), Arrigoni; Serrotti (6’st Campagnacci); Guidone, D’Auria (34’st Ortolini). All. Dal Canto. A disp. Ferrari, Marcocci, Guberti, Romangoli, Oukhadda, Andreoli, Argento.

LECCO: Livieri, Milillo, Giudici, Fall (34’st Maffei), Strambelli, Malgrati, Carissoni, Bastrini, Negro (20’st Procopio), Bolzoni, Bobb. All. D’Agostino. A disp. Safarikas, Forte, Merli, Lisai, Pastore.

Arbitro: Marco D’Ascanio (Ancona). Assistenti: Giacomo Pompei Poentini (Pesaro) e Simone Teodori (Fermo)

Marcatori: 24’st Arrigoni (rig.), 30’st Strambelli (rig.)

Note: 1971 abbonati, 458 paganti (90 ospiti), 16268 euro incasso (compresa quota abbonati)

Ammoniti: Bolzoni, Bastrini

Espulsi: Bastrini

Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due