Coronavirus: la regione interverrà per sostenere le aziende floricole

In Toscana le aziende del settore sono circa 2.000

La Regione darà un sostegno concreto, in tempi brevi, alle imprese floricole  della Toscana: con questo impegno si è conclusa oggi pomeriggio la riunione in videoconferenza tra l’assessore regionale all’agricoltura e foreste Marco Remaschi, l’assessore all’ambiente e protezione civile Federica Fratoni, le organizzazioni professionali agricole, i rappresentanti delle cooperative, del ditretto floricolo e alla presenza del comune di Lucca rappresentato dall’assessore Valentina Mercanti e del comune di Pescia con il sindaco Oreste Giurlani.

La floricoltura è stata duramente colpita dalle chiusure imposte dall’emergenza Covid-19 poiché concentra gran parte della produzione e della vendita nei mesi primaverili e la tipologia di prodotto ha una tempistica di deperibilità elevata. “E’ stata una riunione fortemente operativa – ha spiegato l’assessore Remaschi al termine della riunione – Ci siamo messi a disposizione di un settore che ha accusato perdite medie di fatturato del 70% cercando di individuare tutte quelle modalità di intervento che potevamo attivare in poco tempo: I rappresentanti floricoli ci hanno infatti indicato che la necessità primaria è un ristoro immediato in questa fase che vede incassi quasi annullati di fronte a spese già sostenute”

“Come Regione interverremo con le risorse disponibili, che sono inevitabilmente molto limitate rispetto alle dimensioni del problema. Ma sarà una prima risposta in attesa della messa a regime degli interventi più strutturali che sono stati attivati dal governo centrale”.

Errebian
All Clean Sanex
Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau