Covid-19: il Comune di Siena informa scuole e genitori via SMS con MailUp

MailUp pubblica il case study sul Comune di Siena, per raccontare come l’amministrazione pubblica si serve degli SMS per comunicare con i cittadini e mantenerli informati nelle situazioni di emergenza

Il Comune di Siena utilizza il servizio di messaggistica ed invio mail MailUp per informare le scuole ed i genitori degli studenti su questioni relative al Covid-19. L’amministrazione comunale ha infatti deciso di declinare al servizio dell’emergenza sanitaria uno strumento attivo già da alcuni anni con lo scopo di fornire informazioni a gruppi di persone in tempo reale su vari temi, necessità o emergenze che possono presentarsi, come per esempio nevicate improvvise in città.

Con un semplice clic il servizio MailUp consente di far arrivare informazioni a migliaia di persone in pochi istanti e si è rivelato strategico per rispondere all’esigenza del Comune di Siena di rinforzare il canale di contatto con gli istituti scolastici e le famiglie degli studenti per realizzare una tempestiva ed efficace comunicazione. Il Comune ha infatti richiesto alle scuole un paio di contatti telefonici di genitori per ciascuna classe, una sorta di “rappresentanti” che verranno informati qualora ci fossero notizie o comunicazioni relative ad un gruppo di studenti.

La comunicazione ha sempre avuto un ruolo importante tra le attività della Pubblica Amministrazione. Nel corso degli anni è diventata sempre più centrale, grazie soprattutto all’innovazione tecnologica, che apre potenziali scenari di servizi e interazione, volti a migliorare e semplificare la relazione tra cittadino e Amministrazione. A tal proposito è emersa da parte del Comune di Siena, già prima del Covid-19, la necessità di rafforzare la comunicazione attraverso diversi canali web, con l’obiettivo unico di garantire al cittadino un’informazione corretta e tempestiva tramite comunicazioni periodiche.

MailUp si è rivelato un servizio utile non solo per le attività quotidiane di comunicazione e informazione dei servizi al cittadino, ma soprattutto nel momento in cui si presentano necessità di comunicazioni diffuse e generiche, come emergenze, particolari circostanze ambientali o meteorologiche o urgenze di altra natura.

In occasione dell’emergenza sanitaria da Covid-19, la tecnologia di MailUp è stata fondamentale nel garantire un supporto ai cittadini, informandoli sullo stato della pandemia, sulle misure in atto per contrastarla e sulle manovre avviate a sostegno di imprese e cittadini.

In particolare, le comunicazioni susseguitesi hanno trattato diversi argomenti:

  • messaggi di sensibilizzazione a seguito delle direttive statali
  • indicazioni sulle modifiche e sull’implementazione di alcuni servizi al cittadino
  • utilizzo dei buoni spesa e dell’app “Spesa Dove” creata appositamente per l’emergenza
  • manovre messe in atto a sostegno delle imprese e dei cittadini.

Il case study sul Comune di Siena è consultabile integralmente alla pagina dedicata.

“La volontà di questa Amministrazione è investire sempre di più sugli strumenti in grado di facilitare il rapporto tra Comune e cittadini”, sottolinea Gianluca Pocci, Responsabile Servizio Comunicazione, Comune di Siena, “L’intento è favorire il dialogo e consentire a chiunque presente nel territorio locale di conoscere in tempo reale avvenimenti e novità della città. Il Servizio Comunicazione del Comune ha trovato in MailUp un efficace alleato nella gestione dei canali di promozione e informazione rivolti a tutti i cittadini”.

“Nei momenti di emergenza la tempestività dell’informazione è tutto: utilizzare la tecnologia è senza dubbio la scelta più saggia al fine di creare perfetta sinergia e collaborazione tra istituzioni e cittadini”, dichiara Luca Azzali, General Manager di MailUp, “L’utilizzo dei servizi di MailUp ha permesso al Comune di Siena di fornire aggiornamenti sullo stato della pandemia e sui servizi avviati per contrastare i disagi causati dall’emergenza, ottenere un open rate medio del 37,77% (8 punti sopra le medie di settore), portare l’open rate delle comunicazioni relative all’emergenza Covid-19 al 70% e portare il tasso di corretto recapito degli SMS al 93,8%: una strategia di comunicazione di successo al servizio della PA che ci rende molto orgogliosi”.