Covid, nuove strette a Siena? De Mossi: “Valuteremo tenendo conto di vari parametri”

Il presidente della Regione Toscana Giani ha passato la palla ai sindaci riguardo restrizioni specifiche da poter attuare comune per comune

“Mascherine all’aperto? Vista la diversità dei territori saranno i sindaci a decidere”. Così il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani si è espresso in merito alle misure anti-contagio da Covid, passando di fatto la palla ai sindaci dei vari comuni.

Per quanto riguarda il comune di Siena il sindaco Luigi De Mossi sta quindi valutando attentamente la situazione per decidere se e come attuare eventuali restrizioni di qualche tipo se la situazione epidemiologica dovesse peggiorare. “Dovremo tenere conto di parametri specifici del nostro comune e della provincia; voglio sentire anche altre opinioni, ci sto riflettendo – afferma De Mossi – Avevamo visto uno spiraglio di luce, ora ci sono da tenere di conto aspetti sia sanitari che psicologici: quello sanitario è che non possiamo rischiare una quarta/quinta pandemia, l’aspetto psicologico è che tornare indietro genera insicurezza e disperazione. Bisogna mediare tra queste due esigenze”.