Crisi del latte, Bezzini: “Regione ha fatto la sua parte, ora tocca al governo”

Il Consigliere ha parlato a Di Sabato dell’importante protocollo a tutela del settore che destinerà 3 milioni euro per filiera e danni da predazione

Crisi del latte, nei giorni scorsi è stato firmato protocollo d’intesa che coinvolge tutti i soggetti che fanno parte del tavolo di filiera attivato dalla Regione, come organizzazioni professionali agricole, le centrali cooperative, i Consorzi di tutela delle denominazioni d’origine protetta dei formaggi e i caseifici operanti in Toscana. Un protocollo che mette subito sul piatto 2 milioni di euro per arginare una situazione di crisi che si è aggravata, a fine 2018, dopo le ristrutturazioni decise da alcuni importanti gruppi industriali nazionali che hanno determinato pesanti ripercussioni sugli allevatori toscani. A questo si aggiunge poi un altro milione di euro che la giunta ha recentemente deliberato per i danni da predatori.

“Non solo misure a sostegno delle categorie ma anche una importante intesa col settore, siglato accordo con associazioni agricole e consorzi per tutelare al massimo chi lavora – ha spiegato il Consigliere Simone Bezzini a Di Sabato – 2 milioni per la filiera, e 1 milione per interventi a tutela dei danni da predazioni. Pacchetto importante di interventi, ma di sicuro non basta, ora tocca al governo, i grandi gruppi di commercio pagano troppo poco i produttori e ci vuole giusto meccanismo per una giusta remunerazione, delle misure forti”.