De Mossi: “106 i contagiati a Siena. Iniziati i tamponi nelle case di riposo”

Scatta la distribuzione di oltre 10mila mascherine ad ospedale, forze dell'ordine, Protezione Civile, Contrade, medici di base, lavoratori dei supermercati, carcere, Sei Toscana, tassisti e farmacie

In collegamento con Siena Tv e Radio Siena, il sindaco Luigi De Mossi ha fatto nuovamente il punto rispondendo alle domande di media e cittadini sull’emergenza coronavirus, all’interno di un servizio di videoconferenza giornaliero, dal lunedì al venerdì, offerto dal Comune.

In apertura, il sindaco ha dato i numeri aggiornati sulla situazione dei contagiati nel comune: siamo a quota 106 (compresi i ricoverati alle Scotte), di cui 9 si trovano nel reparto in rianimazione dell’ospedale “Non ci sono situazioni particolarmente gravi” rassicura De Mossi. Visti i numerosi casi avvenuti in tutto il territorio toscano, sono intanto partiti i tamponi a tappeto nelle Rsa cittadine, a partire da Campansi e Caccialupi.

De Mossi ha comunicato l’arrivo di nuove mascherine, che saranno ripartite nel seguente modo: 10mila all’ospedale, 800 alla protezione civile, 100 al carcere, 500 alla Prefettura e forze dell’ordine, 300 ai comuni della provincia, 100 a Sei Toscana, 200 ai tassisti, 200 a al 118, 200 ai vigili del fuoco e 200 alle farmacia, 100 alla Rsd Santa Petronilla, 100 a Santa Regina, 300 alla Camera di Commercio per commesse e cassieri, 20 a Terre Cablate, 20 all’ufficio di sorveglianza del tribunale, 100 a medici di base e Contrade.

Ieri la “bacchettata” a Fondazione Mps sul tema della ripartenza economica: “Era solo un suggerimento, una sollecitazione – sottolinea il sindaco – il ritorno alla normalità economica sarà una fase delicata, purtroppo non abbiamo più le spalle coperte da banca Mps, sono stati fatti errori strategici nel passato. La Fondazione deve ora dare il suo contributo. Dobbiamo programmare in anticipo il futuro, la chiusura verrà probabilmente allungata fino a dopo Pasqua e poi scatterà una riapertura controllata”.

L’importante progetto di ricerca Tls-Spallanzani sull’isolamento degli anticorpi per sconfiggere il virus: “La qualità di Tls e delle aziende che compongono il comparto farmaceutico e biotecnologie di Siena, tra cui Vismederi e Gsk, è sotto gli occhi di tutti – commenta il sindaco – c’è qualificazione e alta professionalità, noi come Amministrazione ci puntiamo a livello di piano operativo e di occupazione, sono 5mila i lavoratori totali. Questo alto profilo è stato riconosciuto anche dal presidente della Regione Enrico Rossi”.

 

 

Errebian
Electronic Flare
All Clean Sanex
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due