De Mossi: “In attesa della Regione, distribuiremo mascherine alle 26mila famiglie senesi”

In attesa dei dispositivi di protezione individuale della Regione, si muove il Comune. Continua il lavoro con banche e altri soggetti per il sostegno all'economia e alle imprese

In collegamento con Siena Tv e Radio Siena, il sindaco Luigi De Mossi ha fatto nuovamente il punto rispondendo alle domande di media e cittadini sull’emergenza coronavirus, all’interno di un servizio di videoconferenza giornaliero, dal lunedì al venerdì, offerto dal Comune.

L’esordio del sindaco riguarda il caso del Corriere di Siena, che da oggi ha sospeso le pubblicazioni: “La carta stampata subisce le ingiurie economiche del momento, è un settore delicato, ribadisco la mia solidarietà al Corriere di Siena sperando che la situazione possa risolversi” ha dichiarato il sindaco.

Il consueto bollettino sui contagiati: “I casi totali sono 134, 88 dal territorio Usl, 46 sono ricoverati alle Scotte, non risultano ad ora nuovi casi: questo non vuole dire che dobbiamo abbassare la guardia – ammonisce il primo cittadino – altrimenti vanifichiamo i risultati finora ottenuti. Non mi deludete, non mi create problemi sanitari, dobbiamo mostrare esempio di civismo e civiltà, tenete duro. La vita di relazione non sarà la stessa finchè non ci sarà il vaccino, ma intanto resistete e non mollate”.

Capitolo economia, il sindaco De Mossi ha aggiornato i media in merito al progetto del plafond con banche ed istituzioni, ideato da Franco Vaselli di Fmps, per supportare le aziende e coprire i debiti finora accumulati:  “Procede il confronto con i soggetti – spiega il sindaco De Mossi – tutti condividono la stessa visione: pensiamo anche ad un eventuale integrazione con le risorse del fondo cassa depositi e prestiti, e ad un prestito d’onore. Le valutazioni economiche sono in corso”.

Dalla Regione sono in arrivo 10 milioni di mascherine, dopodichè scatterà l’obbligo di indossarle. “In attesa delle disposizioni Regionali ci avvantaggiamo: vogliamo distribuire nei prossimi giorni alle famiglie i dispositivi di protezione individuale a nostra disposizione – dispositivi arrivati dalla Cina e attraverso altre donazioni – uno per ogni nucleo familiare, sono oltre 26mila famiglie a Siena. Chiederò anche la collaborazione dei 32 Consiglieri per imbustare e spedire le mascherine, le manderemo via a tranche, 500-1000 al giorno. Intanto distribuiamo le nostre, poi quelle della Regione appena le avremo. E intanto lavoriamo per riceverne di altre”.

Il gruppo trekking senese questa mattina ha donato 5mila mascherine al Comune di Siena. Queste mascherine fanno parte del lotto che il Comune inizierà a distribuire ai cittadini in attesa che arrivino quelle della Regione.  “Un ringraziamento sentito da parte di tutta l’amministrazione al gruppo trekking senese” ha affermato il sindaco.

© Riproduzione riservata

 

 

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau