[email protected]: Benvenuti e Fresi portano a Siena una versione 2.0 dell’opera di Cervantes

Il primo spettacolo della stagione teatrale dal 1 al 3 novembre al Teatro dei Rinnovati

Il primo spettacolo della “doppia” stagione teatrale senese che vede affiancare il palcoscenico del  con quello dei Rozzi parte proprio con il direttore artistico dei Teatri di Siena: Alessandro Benvenuti insieme al collega e amico Stefano Fresi nel [email protected] di Nunzio Caponio, produzione Arca Azzurra Produzioni.

Una versione 2.0 della celebre opera di Cervantes che andrà in scena, dal 1 al 3 novembre, al Teatro dei Rinnovati. “La scelta di iniziare in prima persona e con una scrittura originale – ha dichiarato lo stesso Benvenuti – sposa l’idea di ricerca, di novità e a volte di rottura che ho voluto mettere nel calendario teatrale di quest’anno. Tanti linguaggi diversi per svelare il complesso e articolato mondo che è il teatro”.

Sul palco, un moderno Don Chisciotte, Benvenuti, che si interroga sull’oggi, sui social che distruggono le vere emozioni, sui governi che tendono a volere “zombie” al contrario, ossia vivi fuori e morti dentro; e che progetta, aiutato dal suo scudiero Stefano Fresi con vesti sgangheratamente complottiste e una spiritualità naif, una battaglia contro mulini a vento dei giorni nostri, mostri contro cui in qualche modo si deve sempre e comunque combattere. Tra dialoghi surreali, litigate e slanci d’amore, si intreccia così, fra loro, un rapporto che è diverso rispetto all’originale.

Una storia profonda dalle infinite chiavi di lettura che supera i confini della comicità interpretata magistralmente dai due attori diretti da Davide Iodice con scene di Tiziano Fario e costumi di Daniela Salernitano. Tre le date: 1 e 2 novembre alle ore 21 e domenica 3 novembre alle 17.

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due