Ferrovie senesi, Bezzini e Scaramelli (Pd): “Ottimi passi avanti ma c’è ancora molto da fare”

I due consiglieri regionali in una interrogazione al presidente della Regione hanno richiesto azioni forti di miglioramento ed ammodernamento delle linee tra Empoli, Siena e Chiusi

Sono molte le questioni poste nella loro interrogazione oggi a Firenze dai due consiglieri regionali del Pd Bezzini e Scaramelli al Presidente della Regione riguardo alla situazione delle linee ferroviarie che attraversano la provincia senese. Le domande si sono indirizzate al progetto di raddoppiamento della linea Granaiolo-Empoli e quella strutturalmente carente tra Poggibonsi e Siena, il potenziamento e la velocizzazione della linea Siena-Chiusi e l’eventuale fermata dei treni ad alta velocità nella stazione di Chiusi-Chianciano Terme per agevolare il collegamento di Siena con Roma

“Com’è noto – hanno spiegato i due consiglieri – è in fase di  avvio lo studio di fattibilità e la successiva progettazione del raddoppio della tratta Empoli-Granaiolo e dell’elettrificazione dell’intera linea. Si tratta di un passo avanti importante, per il quale esprimiamo soddisfazione, ma è evidente che esso non è ancora sufficiente per superare l’arretratezza delle ferrovie senesi. Per questo, attraverso la nostra interrogazione, chiediamo che la Regione, insieme al governo nazionale e a Rfi,  si attivi urgentemente per prefigurare un nuovo piano di investimenti dedicati al potenziamento e alla modernizzazione dell’intera linea, da Empoli a Chiusi. C’è da affrontare la questione del tratto tra Poggibonsi e Siena, con il raddoppio e la rettifica del tracciato. Tra l’altro, anche l’ipotesi di elettrificazione senza un ammodernamento della linea non produrrebbe i vantaggi auspicati. Inoltre sarebbe molto utile che un’eventuale elettrificazione riguardasse l’intero tratto tra Empoli e Siena fino a Chiusi al fine di poter consentire la circolazione dei medesimi materiali e garantire una migliore connettività di Siena con Roma, tramite Chiusi.”

Bezzini e Scaramelli ribadiscono inoltre il loro impegno a tutto tondo sulla questione, richiedendo un impegno concreto anche al governo nazionale e a Rfi. “Per questo – concludono i due consiglieri – crediamo che sarebbe molto importante avere quanto prima delucidazioni sullo stato dei lavori del tavolo tecnico per il potenziamento e la velocizzazione della linea Siena-Chiusi e se vi sono novità sull’ipotesi di fermate dei treni AV nella stazione di Chiusi”.

 

Estra
Lusini Gas
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Terre Cablate
Golmar Igiene professionale
Siena Bureau
Centro Farc
Chianti Banca