Gestore privato per i cimiteri comunali

Un bando per individuare il futuro gestore privato dei cimiteri

A seguito del rapporto tecnico formulato dalla Conferenza di Servizi interna al Comune, la Giunta ha valutato come interessante la fattibilità della proposta presentata da una ditta privata per la concessione del servizio di gestione dei 19 cimiteri comunali.

Il piano progettuale prevede che il futuro gestore privato, da individuare tramite bando a evidenza pubblica, si assuma la manutenzione ordinaria e la riqualificazione delle strutture esistenti e, soprattutto, la realizzazione al Laterino di un nuovo forno crematorio, oltre alla ristrutturazione dei locali interni alla palazzina di ingresso con la realizzazione di nuovi bagni e di spazi per il commiato ai defunti.

“Le aree cimiteriali comunali – commenta il sindaco Bruno Valentini – in particolare quella del Laterino, richiedono lavori di restauro e di adeguamento, in modo da poter rispondere al meglio alle legittime aspettative dei cittadini su un servizio così delicato e sentito. Per quanto riguarda il forno crematorio, non è tecnicamente fattibile un intervento di ammodernamento di quello esistente e pertanto la scelta giusta è la realizzazione di un macchinario nuovo e più efficiente, maggiormente funzionale per la crescente domanda di cremazione, non solo dei senesi ma anche dei residenti nei Comuni limitrofi e nelle altre province della Toscana”.

“La proposta presentataci – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici, Paolo Mazzini – risolverebbe molte delle criticità attuali. Tra queste, anche il blocco del turn-over nelle assunzioni che, nell’arco di pochi anni, ha portato a una netta riduzione del personale preposto ai servizi cimiteriali e alle conseguenti attività di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture”.

Il progetto di fattibilità, affinché possa trasformarsi in un concreto procedimento, dovrà essere inserito negli strumenti di programmazione dell’Amministrazione comunale e, quindi, valutato preventivamente dal Consiglio. “Si apre così una fase importante – conclude il sindaco Valentini – di consultazione e approfondimento per mantenere alto, nonostante la riduzione di personale, il livello di un servizio a cui i senesi tengono molto e che giustamente è distribuito in modo molto articolato sul territorio, così da mantenere forte il legame con la terra di origine o di residenza”.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due