Gli Oscar del Turismo italiano alla Fiera di Rimini premiano la Val d’Orcia

La Val d'Orcia è stata premiata come "Destinazione più ospitale dello stivale"

Assegnati a Rimini, in occasione della Fiera del Turismo Travel Experience, i premi della sesta edizione di Italia Destinazione Digitale. La Val d’Orcia di nuovo regina negli Oscar del Turismo italiano, premiata come Destinazione più ospitale dello stivale.

Un altro riconoscimento per la Val d’Orcia, la terra più iconica della Toscana, baciata dal verde, dalla rotondità delle colline, dalla storia e dalla cultura. Si tratta del Premio Italia Destinazione Digitale 2021 che arriva direttamente dalla Fiera del Turismo Travel Experience di Rimini, il più importante riconoscimento alle destinazioni turistiche italiane che si sono distinte per le loro performance sul web. La Val d’Orcia è la regina di questi Oscar del Turismo nella categoria più importante, quella riservata alla Destinazione più ospitale. Scelta proprio come destinazione che ha registrato il sentiment più elevato nell’ospitalità, in relazione alla quantità media di contenuti per punti di interesse attivi. I riconoscimenti sono stati attribuiti in base ad un’analisi di ben 15,7 milioni di tracce digitali e di 390 mila punti di interesse. Una vittoria sicuramente legata anche ai cammini, alla rete di sentieri che capillarmente la attraversano, prima fra tutti la Via Francigena che spacca a metà il Parco: un tratto abbastanza difficoltoso, ma ben segnato e totalmente in sicurezza, accessibile a tutti. Proprio l’accoglienza, oltre alla bellezza paesaggistica, è stata al centro del premio che scopre proprio in Val d’Orcia tantissime possibilità di accoglienza, dall’ostello e ricoveri per i pellegrini, alle grandi ville e lussuosi resort, passando per agriturismi e Bed and Breakfast.

Val d’Orcia che dal 2004, anno del riconoscimento di Sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO, diventa un vero brand iconico che rappresenta la Toscana intera, quando infatti si vuole “vendere” il prodotto Toscana all’estero si utilizzano principalmente le immagini della Val d’Orcia. Un territorio che, con questo premio, viene stimolato a fare ancora di più, puntando ulteriormente sulla loro unicità rappresentata proprio da quell’evoluzione naturale della valle insieme all’identità culturale delle comunità che la abitano da secoli e per cui hanno avuto una cura estremamente scrupolosa e attenta.