Gsk, lettera aperta dei lavoratori: “Altri operatori presto lasceranno l’azienda”

A firma del coordinamento precari, somministrati ed ex lavoratori

Gsk, lettera aperta da parte del coordinamento precari, somministrati ed ex lavoratori. “Tra pochi giorni un altro gruppo consistente di operatori lascerà questo luogo di lavoro – è la nota – Moltissimi confidavano nella comprensibile possibilità di restare. Di ottenere dopo anni d’impegno almeno un contratto staff leasing, che l’azienda presenta come una soluzione stabile. Ma nei fatti è risultato altro. È stato così per gli ex colleghi allontanati a luglio, è stato così per altri che hanno scoperto d’avere una missione a tempo determinato, presso il sito pur avendo un contratto a tempo indeterminato con le agenzie. Da ieri sono però tornati online sul social network del lavoro, nuovi annunci di ricerca di operatori, in particolare per l’asettico. Il solito annuncio copia e incolla. Saper lavorare con gli altri, e svolgere mansioni che questi operatori già svolgevano benissimo. Verrà presentato il tutto come una straordinaria “occasione” ed “opportunità” ma nei fatti saranno nuove pedine ad uno e consumo di un’azienda che, ha chiuso una linea di infialamento, si prepara a chiudere un’altra, e prepara anche l’avvio di produzione dei vaccini, realizzati in esclusiva a Siena presso altri siti all’estero. C’è anche un’altra novità, ora c’è una nuova agenzia di somministrazione, smette una ne arriva un’altra, e spesso gli stessi lavoratori operativi nel sito, tra presunti “fissi” e non, hanno difficoltà nel capire chi è il loro interlocutore. Tutto questo è normale, solo perché in molti si sono abituati”.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau