I tifosi dell’Olimpia Milano non vogliono Pianigiani

Impazza l’hashtag #NoPianigiani, i tifosi dell’Olimpia non lo vogliono come coach

Insorge sui social la protesta dei tifosi dell’EA7 Milano. La notizia secondo cui Simone Pianigiani sarebbe in procinto di diventare il nuovo coach dell’Olimpia non è stata ben accolta da una consistente frangia del pubblico, già sul piede di guerra a seguito della deludente eliminazione in semifinale con Trento.

L’hashtag #NoPianigiani ha invaso Twitter, tra tifosi che minacciano di non sottoscrivere più l’abbonamento e altri che ripassano la storia dell’ex coach della Nazionale con la Mens Sana Siena. Risiede infatti in quel passato l’acredine tra un allenatore certamente vincente (6 scudetti, 5 Supercoppe, 4 Coppe Italia) e la tifoseria milanese: Pianigiani era il coach della squadra senese che sul parquet ha macinato gli avversari.

Pianigiani è stato scelto direttamente dal presidente dell’EA7 Livio Proli: ed è infatti il massimo dirigente milanese travolto dalle critiche. Molti tifosi gli rinfacciano le pesanti frasi dell’ottobre 2015 secondo cui l’EA7 ”non vinceva” perchè ”Siena barava”, accusandolo di abbracciare quello stesso ”sistema” e quella stessa ”aria rancida” e di tradire i valori fondanti dell’Olimpia.

L’accordo appare imminente: Pianigiani ha sbaragliato la concorrenza degli altri allenatori per il post-Repesa (con cui Milano sta trattando l’addio), ha ricevuto un’offerta per un contratto triennale ma ora deve liberarsi dall’ultimo anno di contratto con l’Hapoel Gerusalemme, con cui ha un’opzione di uscita e con sta disputando i playoff del campionato israeliano (giovedì sera è in programma la decisiva gara5 con l’Ironi Nahariya).

L’annuncio è previsto dopo il termine della stagione dell’Hapoel. A Pianigiani il compito di far cambiare l’idea ai tifosi: in una piazza esigente come quella di Milano ha solo un modo, vincere.

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due