Il 15 Ottobre sarà demolito l’Autogrill di Montepulciano sull’A1

I lavori dureranno fino al 18 Ottobre. I lavori prevedono la deviazione del traffico autostradale dell'A1 di entrambi i sensi di marcia all’interno del piazzale dell’Area di Servizio Autostrade

Il Prefetto di Siena, Maria Forte, ha presieduto questa mattina una riunione del Comitato Operativo per la Viabilità Provinciale (C.O.V.) per un esame congiunto delle misure da intraprendere in occasione dei lavori di demolizione dell’impalcato a ponte situato nell’Area di Servizio di Montepulciano nel tratto Valdichiana – Chiusi dell’autostrada A1 Milano – Napoli, previsti dalle ore 21 del 15 ottobre fino alle ore 6.00 del 18 ottobre.

I lavori prevedono la deviazione del traffico autostradale di entrambi i sensi di marcia all’interno del piazzale dell’Area di Servizio Autostrade. Le autorità preposte seguiranno attentamente l’intervento in tutti i passaggi, monitorando in modo costante i flussi di traffico – che non subirà interruzioni ma nella zona interessata sarà convogliato in un’unica corsia – ed elaboreranno un accurato piano di viabilità alternativa da utilizzarsi in caso di criticità.

Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti della Prefettura di Arezzo, della Questura di Siena, del Comando Provinciale dei Carabinieri di Siena, del Compartimento Polizia Stradale della Regione Toscana, del Centro Operativo Polizia Stradale di Firenze, della Sezione Polizia Stradale di Siena e di Arezzo, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Siena, della Provincia di Siena, del Corpo di Polizia Provinciale di Siena, di A.N.A.S. Spa di Firenze, della Società Autostrade per l’Italia, della TIEMME Spa, dei Comuni di Montepulciano, di Chiusi, dell’Unione Comuni Valdichiana Senese e della Centrale Operativa 118.

Il Prefetto di Siena ha ringraziato i presenti per l’ottimo lavoro ed ha richiamato l’attenzione sulla necessità di garantire la massima sicurezza degli operatori sul campo ed i minori disagi possibili agli utenti nel tratto autostradale interessato e nei percorsi alternativi stabiliti, a cui sarà data a breve massima diffusione attraverso i servizi di informazione e i canali radio e televisivi.