Home Cronaca In Consiglio la discussione sul portale comunale per le attività ricettive
0

In Consiglio la discussione sul portale comunale per le attività ricettive

0
0
Advertisements

Interrogazione di Voltiamo Pagina, Tirelli: “Geolocalizzazione strutture e recupero del sommerso”

Il sito internet comunale per attività ricettive nell’interrogazione dei consiglieri: Federico Minghi, Carlo Marsiglietti, Tommaso Bartalini (Voltiamo Pagina), Laura Sabatini (Gruppo Misto),  Pietro Staderini (Sena Civitas), Eleonora Raito e Paolo Salvini (Lega).

Minghi illustrando il servizio e la sua difficile fruibilità che “dovrebbe e potrebbe essere i di massima praticità e utilità, sia per i turisti sia per le aziende ricettive”,  ha chiesto “se il progetto è stato realizzato internamente al Comune o esternamente e, nella seconda ipotesi, con quali costi; il perché non siano state individuate soluzioni più semplici, efficaci e user friendly per facilitare il suo utilizzo, e se c’è la possibilità di una revisione del progetto”.

L’assessore al Turismo e Commercio Alberto Tirelli ha risposto che “il portale delle attività ricettive è finalizzato sostanzialmente alla geolocalizzazione delle strutture, e al  recupero del sommerso. Offre, inoltre, a tutti, cittadini e turisti, l’opportunità di segnalare, in modo semplice, e direttamente durante la navigazione, attività non presenti nella mappa. Il sito rappresenta un utile supporto al Servizio Tributi nelle analisi sempre volte alla regolarizzazione delle varie situazioni. In via subordinata dà informazioni di dettaglio agli ospiti nella nostra città, soprattutto circa il posizionamento delle attività”.

Sviluppato sulla falsariga del portale di Venezia, di grande innovazione e all’avanguardia, per la gestione di analoghe situazioni rappresenta, come ha evidenziato Tirelli, rappresenta “uno strumento di grande importanza e fortemente voluto dall’amministrazione;  per questo  cercheremo di rendere sempre  più facilmente fruibile dall’esterno, in modo da semplificare le ricerche da parte di chi cerca strutture ricettive per soggiornare nella nostra città”.

Per quanto riguarda la sua realizzazione, l’assessore ha dichiarato che “è stato sviluppato internamente dagli uffici comunali  per un  costo di 5.500 euro. Il progetto prevede l’integrazione con la banca dati delle attività ricettive per essere sempre aggiornato, e può gestire il flusso di tutte le attività produttive del Comune. L’utilizzo della base cartografica mette poi a disposizione degli utenti interni del portale una serie numerosa di banche dati che lo stesso contribuisce ad incrementare a beneficio di tutti i Servizi dell’Ente”.

Soddisfatto per la risposta ricevuta Minghi ha auspicato che l’Amministrazione “prosegua con progetti simili così da contrastare l’evasione fiscale e, al contempo, incentivare la presenza di visitatori nella città”.