“Sono la segretaria del Comune, vi controllo la pensione”: rubati 2300 euro a una coppia di anziani

Pienza, i carabinieri identificano due camminanti nomadi siciliani

Si finge l’elegante “segretaria del sindaco” e con un raggiro sottrae i soldi a degli anziani coniugi: “Prendete una pensione troppa bassa, il Comune vi vuole aiutare”. E’ così che scatta l’ingegnosa truffa ai danni di un signore di 90 anni e della moglie di 87, residenti a Pienza in un’area isolata vicino alla Sp che dal borgo conduce a Chianciano Terme.

Un giorno infatti davanti casa dei due si è presentata, accompagnata da un uomo alla guida, una signora con tailleur bianco elegante che si è spacciata come la segretaria del sindaco, e che chiedeva di controllare i libretti delle pensioni dei due anziani in quanto assicurava che i loro risparmi fossero troppo bassi e servisse un ricorso all’Inps. Dopo aver visto i documenti, chiede di poter vedere se le banconote presenti in casa erano vere: l’uomo credendole tira fuori alcuni pezzi da cento da un fondo di 2300 euro che teneva in casa ed è in quel momento che la donna gli ha strappato tutti i soldi fuggendo.

Gli anziani sono così corsi a fare denuncia  ai  Militari dell’Arma di Pienza, che si sono dedicati a ricercare impianti di video sorveglianza nei dintorni, che potessero aver ripreso le persone ricercate.E’ saltata così fuori la videocamera di un vicino che aveva realizzato una ripresa di ottima risoluzione che immortalava i ladri e la loro auto, e da cui è stata estrapolata anche una targa. Da quella targa i Carabinieri giungevano a identificare una coppia di coniugi, due nomadi Camminanti siciliani senza fissa dimora, che in banca dati risultavano essere carichi di innumerevoli denunce per episodi analoghi.

 

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Terre Cablate
Golmar Igiene professionale
Centro Farc
Chianti Banca