Lorenzo, prosegue la battaglia. Iniziate le prime cure propedeutiche al farmaco

L'eccezionale ondata solidale frutto del cuore grande di Siena ha regalato una nuova speranza al giovane: quasi 3mila donazioni, anche dall'estero

Una catena di solidarietà incredibile ed inarrestabile ha permesso a Lorenzo, 37enne senese affetto da un grave e raro un sarcoma epitelioide prossimale, di avere una nuova possibilità di tornare a vivere una vita normale e di poter giocare con il suo amato bimbo di 2 anni. La raccolta fondi avviata la scorsa settimana – racimolati per adesso quasi 150mila euro, frutto di circa 3mila donazioni arrivate da Siena, dall’Italia intera e anche dall’estero – ha permesso di mettere a disposizione del giovane un costoso farmaco americano che il nostro sistema sanitario non passa non essendo stato ancora approvato. La raccolta fondi rimane aperta e chiunque può continuare a contribuire per sostenere le cure mediche e terapie.

“Quando abbiamo deciso di organizzare La campagna “Un aiuto per Lorenzo” – è il commosso messaggio della compagna e dei promotori dell’iniziativa – non potevamo immaginare che così tante persone avrebbero risposto al nostro appello. Si è creata una rete incredibile di solidarietà, non solo in Italia ma anche all’estero. E tanta è stata l’attenzione che i media hanno dedicato a questa storia. Tanti gli effetti”.

Come rende nota la famiglia, Lorenzo ha potuto già in settimana essere trasportato in clinica dove una equipe di medici lo sta sottoponendo a cure e ad interventi che sono necessari e preliminari alla somministrazione del farmaco e alle lunghe terapie che dovrà affrontare.

“La sua voce è già diversa – raccontano – il suo viso è già diverso…perché gli abbiamo restituito una speranza. La strada è lunga e difficile ma grazie a tutta questa generosità, Lorenzo ha avuto la possibilità  di provare a percorrerla. Grazie davvero di cuore a tutti”.