Mostra su Dalì e Surrealismo al Palazzo delle Papesse, numeri positivi nel primo weekend

In fila tanti visitatori italiani e stranieri e commenti entusiasti

Grande partecipazione e forte interesse di senesi e turisti nel primo week end di apertura della mostra “Dalì a Siena; da Galileo al Surrealismo” ospitata a Palazzo delle Papesse. “I primi visitatori erano in attesa al portone già prima dell’apertura ed i commenti all’uscita sono stati entusiasti” rivela Ferruccio Carminati, direttore organizzativo della mostra organizzata da The Dalì Universe con il patrocinio del Comune di Siena, dell’Osservatorio Astronomico dell’Università senese e della stessa Banca d’Italia. “E siamo solo alle prime ore di apertura di un evento che durerà dodici mesi!” aggiunge Carminati.

Tanti gli italiani che hanno fatto l’ingresso della ex filiale di Siena della Banca d’Italia ma numerosi anche i turisti stranieri che già nei giorni scorsi, mentre ancora la mostra era in allestimento, si erano spinti fino al chiostro interno per “rubare” qualche anteprima dell’esposizione dedicata al maestro catalano e alle opere ispirate dagli studi di Galileo che a Palazzo delle Papesse soggiornò al tempo dell’abiura.

“I feedback iniziali sono positivi ed è stato interessante raccogliere le impressioni di chi, fra in primi visitatori, confessava un approccio improntato allo scetticismo all’ingresso per poi ribaltare completamente giudizi ed opinioni dopo aver ammirato le opere di Dalì ed il contesto scenico ideato dal direttore artistico Roberto Pantè”. Anche il sindaco di Siena Luigi De Mossi ha voluto omaggiare la mostra pur non avendola ancora visitata, pubblicando un ampio album fotografico sui suoi account social.