Palio, si corre il 22 agosto e il 26 settembre

La decisione della traslazione delle carriere, rinviata a metà maggio

Palio, Covid-19, si cambia tutto. La decisione è stata presa, si correrà il 22 agosto la carriera di Provenzano e il 26 settembre quella dedicata alla madonna Assunta. Si dovrà aspettare però fino a metà maggio per sapere come si svilupperà l’annata paliesca 2020. Le ipotesi sul piatto sono diverse e tutto dipenderà dalla pandemia e dalle relative restrizioni. Oggi, il sindaco di Siena Luigi De Mossi, ha convocato in comune i priori delle diciassette contrade, il decano e vice decano dei capitani, proprio per condividere un percorso da fare e cercare di salvare il salvabile in questo marasma da pandemia. La prima ipotesi è quella di far slittare le due carriere tra agosto e settembre. La seconda ipotesi è quella in cui non ci siano i tempi e i modi dettati dal governo centrale, per poter fare assembramenti di persone. In questo caso, l’idea potrebbe essere quella di fare un solo Palio, ma straordinario tra la fine di settembre e i primi di ottobre. E poi l’ipotesi che la pandemia continui e che quindi non si possa pensare ad organizzare un evento come il Palio, che non sarebbe permesso dalle direttive del presidente del consiglio dei ministri. La decisione più dolorosa ma inevitabile presa all’unanimità, quella di annullare tutte le feste titolari delle contrade in ragione del fatto che gran parte di esse ricadono in un arco temporale per il quale è vietata ogni forma sociale di attività che comporti la vicinanza fra persone. “O si fanno tutte o nessuna”,aveva anticipato il sindaco al termine della riunione. Adesso non resta che il tempo. Aspettare. Se i Palii si potranno fare, sarà anche il segnale della fine di un incubo, quello del Covid-19.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due