Palio di Buti, la speranza è per il 24 aprile. Il sindaco: “Vogliamo ripartire”

La tradizionale data del 23 gennaio, visto l'esplodere dei casi Covid e Omicron, è stata annullata. Si punta adesso al 24 aprile. L'ultima corsa fu nel gennaio 2020, c'è grande voglia di ripartire, tutto dipenderà però dalla situazione pandemica

Palio di Buti, la speranza risiede tutta nella data del 24 aprile. La corsa lungo le vie del paese del pisano tradizionalmente fissata per il 23 gennaio è stata rinviata nelle scorse settimane per decisione congiunta di associazione Palio delle Contrade di Buti, le sette Contrade e Comune di Buti, vista l’esplosione dei contagi Covid e Omicron e l’uscita del decreto festività.

E’ stata così indicata la data di recupero del 24 aprile, con la speranza che a quel punto la situazione pandemica sia in qualche modo rientrata e permetta di far svolgere la corsa. Che rappresenta moltissimo per la comunità: “Visto l’aumentare dei casi – ci spiega il sindaco Arianna Buti – è stato scelto di rinviare l’appuntamento del 23, a tutela della salute pubblica, e per evitare assembramenti e rischi. Ora aspettiamo l’evolversi della situazione pandemica e confidiamo di poter recuperare il 24 aprile, una data ideale vista l’assenza di altre manifestazioni”.

L’ultimo Palio di Buti risale al 23 gennaio 2020. C’è quindi grande voglia di ripartire dopo due anni di stop: “L’ultima edizione fu prima dello scoppiare della pandemia – ancora il sindaco – vorremmo davvero poter ripartire il 24 e non posticipare ulteriormente, così da tenere vivo l’interesse e l’entusiasmo. A febbraio faremo un punto per vedere come è la situazione. Il Palio rappresenta molto per noi anche in termini di visibilità, accoglienza ed immagine, è un’occasione di ripartenza”.