Palio, il ministro Garavaglia: “Regole e buonsenso consentiranno di rifarlo in sicurezza”

Il Ministro del Turismo ha fatto il punto sulla situazione turistica senese "Siena ha ancora enormi potenzialità da esprimere"

“Tutti conosciamo la bellezza di Siena, il punto è farlo sapere a più gente possibile e avere più turismo di qualità”. Con queste parole il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha inquadrato la situazione turistica senese. “Oggi il turismo cambia molto velocemente, vuole anche stare fuori dalla città, e qua avete la fortuna di avere tutto, avete la possibilità di integrare le bellezze della città con il circondario, penso all’enoturismo. Mettere a sistema queste cose consentirà a Siena di avere un sviluppi enormi”.

Al centro della mission del Governo c’è un semplice concetto: la promozione digitale. “Siamo oggettivamente il paese più bello del mondo, allora perché secondo i dati siamo solo al 5°/6° posto? Perché c’è qualcuno che riesce a fare marketing meglio di noi; è lì che dobbiamo migliorare” spiega il Ministro.

Una buona fetta del turismo estivo a Siena è portata da sempre anche dal Palio, una tradizione radicata nel cuore della città che trova però un fortissimo riscontro anche come attrazione turistica, che l’avvento della pandemia ha però cancellato, rendendo “vuote” le estati senesi. “Con un po’ di buona volontà si fa tutto – commenta il Ministro, che vede la luce in fondo al tunnel sulla questione Palio – Si stanno già aprendo le manifestazioni sportive, la direzione è tracciata. L’abbinamento di un po’ di buonsenso e di regole consentiranno di rifare il Palio in sicurezza“.