Passeggiate, pesca e giri in bici: altre 25 denunce in 48 ore in provincia di Siena

Lombardo di 52 anni sorpreso dai carabinieri lungo il sentiero di Bonifica a Chiusi; due uomini di 37 e 34 anni pizzicati nel Chianti mentre pescano e vanno in mountain bike

Nuovi episodi di inosservanza dei decreti ministeriali contro la diffusione del virus Covid-19 in provincia di Siena . I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Chiusi hanno sorpreso un 52enne lombardo, domiciliato a Città della Pieve, intento a passeggiare lungo il cosiddetto “Sentiero di Bonifica” (itinerario ciclopedonale), in località “Le Torri” in Comune di Chiusi, ovviamente senza giustificato motivo.

Allo stesso tempo i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Radda in Chianti hanno invece accertato due situazioni analoghe. Un 37enne residente a San Casciano Val di Pesa, veniva sorpreso a pescare nel lago di “San Leonino” di Castellina in Chianti, evidentemente senza alcuna giustificazione di necessità o urgenza; un 34enne di Poggibonsi invece percorreva serenamente in mountain bike la SR 429 in località “Le Capraie/Sante Dame” in Comune ancora di Castellina.

Considerando le denunce delle ultime 48 ore, l’Arma dei Carabinieri ha riscontrato in Provincia di Siena altre 25 violazioni dei divieti imposti, debitamente segnalate all’autorità giudiziaria.

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Siena Bureau
Terre Cablate
Centro Farc
Chianti Banca