Piancastagnaio: annullato il Palio 2021

E' stato valutato lo slittamento della data ma la situazione attuale non consentiva di prevedere un allentamento delle restrizioni attualmente in vigore

Piancastagnaio, l’Amministrazione Comunale ha comunicato quest’oggi la decisione di annullare la corsa del Palio 2021.

Riportiamo di seguito il testo completo della lettera inviata dal sindaco Luigi Vagaggini a Rettore, Difensori e Priori delle quattro Contrade: “come concordato nella riunione del 15 giugno scorso ho contattato il Questore di Siena, dott. Costantino Capuano, per discutere sulla possibilità di svolgimento dell’edizione 2021 del nostro Palio e sulle limitazioni che la normativa vigente imporrebbe all’intera Festa. Durante il colloquio abbiamo analizzato con particolare attenzione le problematiche legate all’obbligo di distanziamento sociale, al divieto di assembramenti e al numero massimo di spettatori che potrebbero essere ospitati all’interno del campo sportivo in occasione della corsa: sulla base di tali valutazioni è emerso che, in base alla normativa in vigore fino al 31 luglio prossimo e all’assai probabile proroga dello stato di emergenza, sia il Palio che tutti gli eventi che lo precedono e che costituiscono momenti essenziali della Festa dovrebbero essere privati del loro contenuto essenziale, quella calorosa partecipazione popolare che rappresenta al tempo stesso il presupposto e il fine di tutta la manifestazione. Sarebbe a mio avviso impensabile vedere la notte delle bandiere senza i quattro popoli delle Contrade che accompagnano, incitano e sostengono i loro capitani, così come sarebbe impensabile arrivare al Palio senza la presentazione del cencio, la processione del 16 agosto o il corteo storico del 18; ma più ancora sarebbe assurdo correre il Palio vietando a centinaia di contradaiole e contradaioli di rimanere all’esterno della pista in attesa di conoscere la contrada vincitrice e, poi, di rendere omaggio alla Madonna di San Pietro. Pertanto, pur avendo valutato la possibilità di uno slittamento del data della corsa di sette/dieci giorni rispetto alla data canonica, poiché la situazione attuale non consente di prevedere un allentamento delle restrizioni attualmente in vigore, poiché la predisposizione della pista necessita di almeno quattro settimane di tempo e poiché il costo di realizzazione di quest’ultima non può essere sostenuto in assenza di solide garanzie sulla possibilità dello svolgimento di una Festa quanto meno simile a quella tradizionale, ho deciso, in accordo con la Giunta Comunale, di annullare l’edizione 2021 del Palio. Mi auguro che comprendiate, e con Voi i quattro popoli delle Contrade, che questa scelta non è stata assunta a cuor leggero ma nell’esclusivo e superiore interesse della salute della popolazione del nostro Comune la cui tutela impone, ancora una volta, di rinunciare al Palio, una festa che non può essere imbrigliata nelle regole e nelle limitazioni che attualmente ci sono imposte. La mia viva speranza è che il 2022 ci consegni non solo la fine della pandemia in atto ma anche il nuovo Parco del Palio che, dopo i positivi riscontri al progetto da parte di tutti gli Enti sovraordinati al Comune – in particolare la Regione Toscana e la Soprintendenza per i Beni Paesaggistici – è pronto a passare all’approvazione definitiva del Consiglio Comunale e, quindi, alla realizzazione”.