Piccolo profugo accompagnato a ritrovare la mamma dal sindaco di Chiusi

La storia del piccolo Fillmon, accompagnato da Chiusi a Villa San Giovanni dal sindaco Juri Bettollini

“Adesso che siamo appena tornati, vi racconto questa storia – scrive il sindaco di Chiusi Juri Bettollini. – Lui si chiama Fillmon, un bambino eritreo di circa 12 anni. Da qualche giorno era arrivato a Chiusi, solo e abbandonato al suo destino. È stato individuato dal nostro Commissariato di PS ed affidato temporaneamente alla casa famiglia. Lui aveva un solo obiettivo, tornare nella struttura di accoglienza in Sicilia per riabbracciare quella che lui chiama mamma Rita. Per questo ha provato più volte a scappare dalla nostra struttura per tornare dalla sua mamma. Gli agenti di Ps me lo fanno conoscere.

Non sono riuscito a dire di no ai sui occhi che chiedevano aiuto. Gli ho chiesto di non scappare più, di fidarsi di noi e di darci qualche giorno di tempo per organizzare il trasferimento promettendogli che lo avremmo accompagnato personalmente. Nel frattempo dal tribunale dei minori mi arriva l’affido e la tutela del minore. A questo punto possiamo mantenere la promessa a ieri notte a mezzanotte siamo partiti con Fillmon verso la Sicilia. Avevamo appuntamento con mamma Rita alle 11 a Villa San Giovanni. Quando i due si sono rivisti ed abbracciati ci siamo commossi tutti. Al bambino è passata la paura e gli è tornato il sorriso e io gli auguro con tutto il cuore che possa avere un futuro nel nostro Paese.

Ringrazio le persone che hanno viaggiato con me: l’agente di Pm Gianluca Chierchini, l’assessore Sara Marchini, il volontario della venerabile Misericordia di Chiusi Paolo Meniconi, tutto il commissariato e la struttura della casa famiglia. 

L’immigrazione non è solo un problema politico; è anche solidarietà e sentimenti. Buona fortuna Fillmon”.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due