Possibile stop allo sport dilettantistico, le società senesi di basket: “Sarebbe la nostra morte”

Lettera aperta alla Fip Toscana: "La federazione si faccia parte attiva per evitare con forza una chiusura che sarebbe quasi certamente definitiva, a tutela soprattutto del patrimonio giovanile della pallacanestro italiana"

Il paventato stop agli sport dilettantistici di contatto, nell’ambito delle nuove restrizioni anti Covid, rischia di mettere definitivamente in ginocchio un intero movimento, specie quello cestistico. Tutte le società senesi, particolarmente preoccupate per la situazione, si sono rivolte con una lettera aperta al presidente del comitato regionale Fip Toscana per chiedere un rapido intervento ed una intercessione.
“In merito alle notizie di stampa apparse stamani che parlano di un possibile stop allo sport di contatto siamo ad esprimere la nostra preoccupazione e totale contrarietà augurandoci che la misura non riguardi lo sport dilettantistico e giovanile – si legge nella missiva – In questi mesi post lockdown abbiamo faticosamente provato a riprendere l’attività, con sforzi immani da parte di tutti. Abbiamo seguito i protocolli e cercato di dare ai nostri ragazzi la possibilità di divertirsi e tornare alla normalità. Uno stop proprio adesso, dopo tutti i sacrifici fatti, significherebbe la morte delle società e del movimento cestistico in generale. Chiediamo dunque ai vertici della Federazione di farsi parte attiva per evitare con forza una chiusura che sarebbe quasi certamente definitiva, a tutela soprattutto del patrimonio giovanile della pallacanestro italiana”.