Premio Celli a Duccio Balestracci, Caterina Dei e Laurentina Guidotti. Remorex cavallo dell’anno

21 dicembre alle ore 18, nella Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico, la cerimonia di consegna dei riconoscimenti

Si svolgerà il prossimo 21 dicembre alle ore 18, nella Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico la cerimonia di consegna dei riconoscimenti per il “Premio Celli 2019”. Nel 40° anniversario della morte del giornalista senese Mario Celli fondatore del giornale ‘Il Campo di Siena’ e promotore del ‘Premio Mangia’, i vincitori sono  Duccio Balestracci, Caterina Dei e Laurentina Guidotti.

L’annuncio è stato dato questo pomeriggio da Maria Pia Corbelli, attuale direttore de “La voce del  Campo”, durante la conferenza stampa tenutasi al Grand Hotel Continental alla presenza dell’assessore comunale Francesca Appolloni, della nipote di Celli, Caterina Corsini, e  Maurizio Bianchini curatore dell’Omaggio al cavallo che quest’anno è andato a Remorex.

“Gli insigniti – ha detto Corbelli – sono tre nomi conosciutissimi: tre personalità senesi di nascita o di adozione, che si sono distinti per le loro professionalità portando in alto il nome di Siena. Tre nomi conosciutissimi  nel mondo della letteratura come Duccio Balestracci, storico, già docente universitario e autore di innumerevoli libri: l’ultimo Il Palio di Siena. Una festa italiana (ed. Laterza) che ha già ottenuto grande successo e lusinghiere recensioni. Caterina Dei, imprenditrice dell’omonima Azienda del vino Nobile di Montepulciano, che unisce la passione del vino a quella del canto tenendo concerti insieme a famosi musicisti nella sua bellissima cantina disegnata dall’architetto Sandro Bagnoli. Con loro  Laurentina Guidotti, attrice e produttrice cinematografica, candidata al David di Donatello. Tra i suoi film più noti come produttrice “Cresceranno i carciofi a Mimongo”, “Il bambino sull’acqua”, e l’attesissimo “Benedetta”, girato in parte in Val d’Orcia per la regia di Paul Verhoeven e con Virginie Efira, Charlotte Rampling e Lambert Wilson”.

Ai tre vincitori andrà una pregiata scultura dell’artista Piergiorgio Balocchi.

“Un premio di prestigio – ha evidenziato Appolloni – sia perché mantiene viva la memoria su un illustre figlio di Siena, quale fu Mario Celli, che, insieme ad un altro famoso giornalista e scrittore senese,  Arrigo Pecchioli, diede vita, nel 1952, a “Il Campo di Siena” per informare e dare voce alla città; sia perché nel ricordo di Celli Siena ricorda, in parallelo, professionalità legate, per natali o per attività, alla nostra città. Il “Premio Celli diventa, quindi, l’occasione per un corale ringraziamento a tutti coloro che con il loro sapere portano il nome di Siena a livello nazionale e internazionale facendo così conoscere una realtà sempre più paradigma a livello nazionale e non solo”.

Dopo la premiazione degli insigniti con un filmato appositamente realizzato da Canale 3 e curato dal giornalista Maurizio Bianchini seguirà l’Omaggio al cavallo dell’anno 2019, che quest’anno andrà a Remorex. “Il sauro dorato di Massimo Columbu – come ha introdotto Bianchini – entra nell’Olimpo dei grandi cavalli della Piazza, oltre che nel cuore dei contradaioli, vincendo ben due Carriere sulle tre disputate: il 20 ottobre 2018 nella Tartuca e il 16 agosto 2019 nella Selva. Ambedue da “scosso”, con rimonte incredibili e lottando con astuzia e determinazione straordinaria, così come fecero Quebel e Benito III”. In premio, al proprietario di Remorex, un bellissimo quadro realizzato da Monica Peltrera.

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due