Presentato il nuovo applicativo per la programmazione e gestione dei servizi educativi-scolastici del Comune

Permetterà ad ogni cittadino di conoscere, in tempo reale e facilmente, quali sono le scuole ed accedere a  informazioni e ai moduli utili per l’iscrizione con relative indicazioni sul trasporto, i riferimenti telefonici

Presentato oggi in conferenza stampa a Palazzo Berlinghieri, dall’assessore all’Istruzione Paolo Benini, insieme al responsabile del servizio Paola Mandarini e Mauro Lusini responsabile del SIT comunale, il nuovo applicativo per la programmazione e gestione dei servizi educativi-scolastici del Comune. Un progetto, realizzato in stretta collaborazione tra: Istruzione, Anagrafe, Logistica, Urbanistica (SIT Comunale), e da LDPGis di Siena, che permetterà ad ogni cittadino di conoscere, in tempo reale e facilmente, quali sono le scuole: infanzia, primaria e secondaria, associate al proprio indirizzo di residenza, nonché di accedere alle informazioni e ai moduli utili per l’iscrizione con relative indicazioni sul trasporto, i riferimenti telefonici, e-mail e siti web degli Istituti Comprensivi.

Questo sistema si integra, così nel più ampio programma di trasparenza, accessibilità e informazione che l’Amministrazione Comunale sta portando avanti sul suo sito istituzionale www.comune.siena.it. “È un eccellente servizio – ha dichiarato l’assessore – che ha l’intento di abituare i cittadini, sempre più, all’utilizzo di nuove tecnologie per un efficientamento della macchina amministrativa. Capisco le resistenze nei confronti di questa rivoluzione 2.0, ma ritengo che sia inevitabile un nuovo approccio alle novità e ad una visione del futuro che poggi le base sulla curiosità, la voglia di imparare e quindi la possibilità di evolversi. Uno spirito esplorativo, lo stesso che ha mosso e spinto il Comune allo sviluppo di questo applicativo, che invito tutti a mettere in pratica”.

Come ha spiegato  Mandarini: “dal 1976 è stato affermato il principio di zonizzazione, tuttora vigente, per le scuole situate nel territorio del Comune, al fine di ottimizzare l’erogazione dei servizi scolastici. Tale principio assegna le strade della città ai plessi scolastici a seguito di un’analisi basata sul rapporto “utenza potenziale” e spazi delle strutture scolastiche del territorio, e individua in maniera dettagliata il servizio di trasporto scolastico, che, stante la sua specificità e particolarità, non può prescindere da criteri di omogeneità territoriale. È stato quindi fondamentale partire dal lavoro di ricognizione e analisi della zonizzazione scolastica integrata con l’anagrafe comunale per poterla mettere così a disposizione delle famiglie che potranno vedere on line le scuole di appartenenza sulla base della propria residenza. Al momento, per i plessi dell’infanzia, è possibile visualizzare i percorsi del trasporto scolastico e le rispettive fermate più prossime all’indirizzo cercato; con queste informazioni gli interessati potranno conoscere con ampio anticipo l’offerta scolastica di diritto”.

Una fruizione di dati e informazioni diretta e accessibile a tutti, che, come ha ricordato Lusini “avviene liberamente tramite i servizi on line dell’amministrazione, dalle pagine del SIT Comunale, oppure dalle pagine del Servizio Istruzione dove, oltre a un piccolo tutorial, sono presenti anche tutte le informazioni sui servizi scolastici”. Specificando che “il programma ha anche un ambiente protetto accessibile agli uffici preposti tramite un sistema di autenticazione, che permette la visione completa e massiva di tutti e tre gli ordini scolastici, lo stradario completo della zonizzazione e ne permette la modifica in tempo reale fino a formulare una proposta guidata e controllata dell’offerta scolastica da sottoporre all’approvazione dell’Amministrazione oppure programmare piani e offerte per anni diversi da quello corrente in collaborazione con i Dirigenti Scolastici”.

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due