Processo ai contradaioli, l’avvocato Fabio Pisillo: “Dimostreremo l’estraneità dalle accuse”

“Già dei processi in passato, stavolta c’è sconcerto visto il numero esorbitante di imputati”

Presente in aula per difendere alcuni degli imputati, l’avvocato Fabio Pisillo ha commentato in esclusiva ai microfoni di RadioSiena Tv l’esito dell’udienza del processo a carico di 68 contradaioli per i fronteggiamenti dell’agosto 2015:

“E’ stata un’udienza tecnica- ha detto – dove sono stati proposti i vari riti alternativi ed abbreviati, col giudice che ha organizzato il rinvio al 31 gennaio dell’udienza per valutarli. Poi si andrà a dibattimento, con un giudice diverso, perchè questo sarà incompatibile visto che avrà valutato i riti abbreviati e i patteggiamenti. Molti hanno optato per questa scelta più prudente, i patteggiamenti in certi casi sono favorevoli visto che l’imputato ne può uscire con una multa di 150 euro. Altri hanno deciso, per principio e per valutazioni tecniche e personali, di andare a dibattimento per dimostrare la propria estraneità alla rissa contestata. Abbiamo numerosi testimoni e pronte delle spiegazioni di come è stato il contesto del fronteggiamento e le modalità, fra Nicchio e Montone. In realtà – ha chiosato – altri processi ci sono stati in passato per i fronteggiamenti, questo però risalta perchè coinvolge un numero esorbitante di persone, e crea quindi sconcerto e clamore. Per il pm non c’è rilevanza sociale? Non concordo, basta vedere quanta gente era presente oggi”

Estra
Electronic Flare
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due