Processo Mps: Mussari, Vigni e Baldassarri rinviati a giudizio. Prima udienza il 15 dicembre

Rinvio a giudizio per gli ex vertici di Mps

Il gup di Milano Livio Cristofano ha rinviato a giudizio tutto e 16 gli imputati – 13 persone fisiche e tre banche – per il caso Mps. Tra loro ci sono gli ex vertici e manager del Monte dei Paschi di Siena, Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gian Luca Baldassarri, la banca Deutsche Bank (cinque ex dipendenti sono finiti a processo), della filiale inglese e italiana dell’istituto tedesco, della filiale londinese della giapponese Nomura, di Nomura International Plc. La prima udienza è stata fissata per il 15 dicembre davanti ai giudici della seconda sezione penale di Milano. L’udienza preliminare questa mattina è stata dedicata alle repliche delle difese degli imputati. Il gup Cristofano si pronuncerà invece il 14 ottobre sulla richiesta di patteggiamento che prevede 600 mila euro di sanzione penale e una confisca di 10 milioni avanzata da Monte Paschi finita sotto procedimento in base alla legge sulla responsabilita’ amministrativa degli enti. Al centro delle indagini, trasmesse da Siena a Milano e affidate ai pm Stefano Civardi, Mauro Clerici e Giordano Baggio ci sono le operazioni sui derivati Santorini e Alexandria, sul prestito ibrido Fresh e sulla cartolarizzazione Chianti Classico. Operazioni, attraverso le quali, secondo l’accusa,sarebbero servite a mascherare nei bilanci le perdite realizzate da Rocca Salimbeni dopo l’acquisto di Antonveneta.

 

Estra
Lusini Gas
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Europa Due
Siena Motori
Golmar Igiene professionale
Terre Cablate
Siena Bureau
Chianti Banca
Centro Farc