Protocollo Serie D, il ds bianconero Grammatica: “Campionato falsato”

Le squadre chiedono un cambio di protocollo "Deve essere più chiaro, così non si può continuare"

Fino all’ultima domenica di Novembre la serie D disputerà soltanto i match da recuperare, ma nonostante vari appelli fatti dalle società per richiedere un cambio di protocollo, la Lega Nazionale Dilettanti, almeno per ora, non ha intenzione di effettuare modifiche, e quindi, anche con un solo caso di sospetta positività, le società interessate saranno costretta a rinviare ulteriormente il match.

“Un adeguamento al protocollo darebbe sicuramente più serenità a tutti” spiega l’allenatore della Pianese Guido Pagliuca. Di parere simile anche il capitano della Sinalunghese Lorenzo Fanetti: “Penso che i controlli vadano fatto molto più frequentemente, naturalmente ci deve essere un grosso aiuto da parte della LND perché tante società non possono sostenere tali costi”. “Abbiamo bisogno di un protocollo più chiaro – dice il responsabile dell’area tecnica del Lornano Badesse Simone Guerri – perché così non si può continuare, è troppo a discrezione delle squadre e qualcuno potrebbe fare il furbo”.

Il campionato per me già così è falsato“. Non utilizza mezze misure il Ds dell’Acn Siena 1904 Andrea Grammatica nel commentare la situazione che riguarda il protocollo sanitario per la serie D “Se avessimo voluto adottare il protocollo adottato da altre società avremmo chiesto il rinvio della partita che poi abbiamo perso con 8 giocatori a meno. Capisco che la LND non abbia molta autonomia sul protocollo – continua Grammatica – però avrei stabilito almeno un numero minimo di tesserati positivi si può chiedere il rinvio della gara. Da Grammatica arriva inoltre la proposta di sospendere, per questa stagione, le retrocessioni in Eccellenza, sempre per via della straordinarietà della situazione e le condizioni in cui sembra avviato a proseguire il campionato.