Regolamento consigli d’area, botta e risposta tra Marsiglietti e Periccioli

I due Consiglieri comunali ospiti di Di Sabato

Ospiti di Di Sabato, i Consiglieri comunali Carlo Marsiglietti (Voltiamo Pagina) e Giulia Periccioli (Pd) hanno dibattuto sull’approvazione in Consiglio del regolamento sui consigli d’area.

“I nostri dubbi iniziali – ha spiegato Marsiglietti – erano relativi al fatto che i consigli di area non potessero essere così efficienti, avevamo l’esempio fallimentare delle consulte, e sulla legalità di alcune figure, come il Consigliere delegato, che è di riferimento ma non ha diritto di voto e riporta le problematiche a consiglieri, assessori o sindaco. Il Sindaco ha però garantito su questa legalità e che i Consigli si manifesteranno in modo partecipativo. C’è la possibilità che vengano corretti e sospesa, i dubbi sono stati dunque risolti. Come Voltiamo pagina abbiamo più volte lamentato problemi di comunicazione, delle mancanze, per questo siamo usciti pubblicamente nei giorni precedenti al Consiglio”.

“Non si capisce – ha affermato Periccioli – con quali requisiti viene scelto il consigliere delegato, non si capisce se deve avere un collegamento col territorio e gli si dà un collegamento istituzionale, ma quale? C’è molta confusione rispetto a questo regolamento. Il Sindaco su questo regolamento ha posto la fiducia assumendosi la responsabilità: nel corso del dibattito in Consiglio, luogo in cui il confronto deve essere pubblico, dalla maggioranza non sono emerse quelle posizioni diverse esplicate anche sulla stampa. Si diceva che il pensiero unico era finito, ma da parte della maggioranza non è volata una mosca e il voto si è riunito”.

“Noi come gruppo civico abbiamo un modo di pensare che può essere differente da quelli dei partiti, da chi deve seguire una linea politica, non credo più sia un problema il confronto è normale e dà sbocco a risultati proficui” ha aggiunto Marsiglietti.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau