Richiesta risarcimento Fondazione a banca Mps, Rossi: “A settembre pronti con alcune azioni”

Il presidente di Fmps a Siena Tv: "Mai avuto particolari esitazioni, tutto quello che è possibile chiedere per ottenere risarcimenti significativi lo stiamo facendo e lo faremo"

A settembre Fondazione Mps sarà pronta con delle azioni risarcitorie da muovere nei confronti di banca Mps, per gli aumenti di capitale 2008 e 2011. Lo annuncia ai microfoni di Siena Tv il presidente di Fondazione Carlo Rossi, a margine della cerimonia di costituzione del Parco Scientifico dell’Intelligenza Artificiale. Arrivate le motivazioni della sentenza di primo grado del processo milanese a carico degli ex vertici dell’istituto di credito senese, Fondazione si è mossa coi suoi legali per studiare le quasi mille pagine prodotte dai giudici e concertare una strategia per richiedere i risarcimenti. Ad aprile il sindaco Luigi De Mossi scrisse una lettera a Rossi sollecitando la necessità di un’azione legale per provare a recuperare quanto perso con quelle iniziative.

“Stiamo lavorando, penso che nelle prossime settimane ci potranno essere delle novità – spiega – Le cause sono tutte in corso e non trascuriamo niente, i nostri legali stanno lavorando con grande impegno. Contiamo di essere pronti nel mese di settembre, complice la pausa della giustizia, con delle azioni da portare avanti”.

“E’ un percorso iniziato molti anni fa – aggiunge Rossi – che va in continuità con quel che è stato. La Fondazione nei suoi organi non ha avuto particolari esitazioni, tutto quello che è possibile chiedere per ottenere risarcimenti significativi lo stiamo facendo, lo abbiamo fatto e lo faremo” afferma in conclusione.