Ridotta a 18 anni la condanna di Gaetano Saccone

Uccise la ex compagna a Montepulciano nel 2017, in primo grado fu condannato a 30 anni

In data odierna si è celebrato il giudizio in appello dinanzi alla Corte di Assise d’Appello di Firenze, per la vicenda relativa all’omicidio commesso da Gaetano Saccone ai danni della ex convivente, Sig.ra Antoneta Balan, avvenuto in Montepulciano (SI) in data 13.07.2017.

La Corte, accogliendo parte delle doglianze difensive, in parziale riforma della Sentenza di primo grado emessa dal G.U.P. presso il Tribunale di Siena, che lo aveva condannato ad anni 30 di reclusione, ha rideterminato la pena in anni 18 di reclusione, poiché ha ritenuto di concedere le circostanze attenuanti generiche equivalenti alla contestata aggravante cd. di “stalking” (prevista e punita ai sensi dell’art. 576 n.5.1 c.p.).

La motivazione della Sentenza sarà depositata tra sessanta giorni, e dunque ad oggi non è possibile conoscere il ragionamento seguito dalla Corte; verosimilmente, come richiesto dalla Difesa, nel concedere il beneficio delle circostanze attenuanti, è stata valorizzata la particolare situazione di disagio socio-familiare in cui versavano i due ex conviventi, genitori di un bambino che all’epoca aveva l’età di appena nove anni e convivente con il solo Sig. Saccone.

Il Sig. Gaetano Saccone è stato assistito in grado di appello dal sottoscritto Avv. Carmine D’Agostino, del Foro di Firenze, e dal Collega Avv. Luca Cianferoni, del Foro di Roma, coadiuvati dalla Dott.ssa Monica Sinatra.

Errebian
Estra
Electronic Flare
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due