Santa Maria della Scala, il comune non rinnoverà con Opera Laboratori Fiorentini

"Lavoreremo fino all'ultimo giorno". A giugno arriveranno i capolavori dalla Johannesburg Art Gallery tra cui Monet, Picasso e Cézanne

Nessun rinnovo per Opera Laboratori Fiorentini nella gestione del Santa Maria della Scala.
La convenzione scade a novembre 2021 e stando alle ultime decisioni di Palazzo Pubblico non avrà seguito. La novità, a quanto pare, è stata appresa dai diretti interessati tramite la stampa.
“Abbiamo appreso la notizia dagli organi di stampa e ci ha un po’ sorpreso – ha ammesso Stefano Di Bello, project manager di Opera Civita -.La decisione, probabilmente, dipenderà da una volontà di esplorare nuove modalità”. Punti interrogativi anche per quanto riguarda la progettualità del Museo Civico. La società ha vinto una gara due anni fa, poco prima delle elezioni comunali. Qui la scadenza è quindi un’altra, ma dall’assegnazione della gara ad oggi, il progetto è rimasto in stallo. Poche settimane fa Opera provveduto ad presentare una variante che si adattasse alle necessità attuali.

“L’amministrazione comunale, insieme agli organi competenti, starà valutando il nuovo progetto. Non credo ci saranno criticità – ha continuato Di Bello -. Le nostre progettualità sono quindi tutte in corso. Sul Museo Civico daremo attuazione nei prossimi mesi, sul Santa Maria stiamo seguendo un percorso condiviso con l’amministrazione e continueremo a lavorare con il massimo impegno fino all’ultimo giorno”.

A giugno, infatti, i locali dell’ex Spedale ospiteranno una collezione di opere custodite nella Johannesburg Art Gallery. Circa sessanta capolavori tra cui la “Primavera” di Monet, il ritratto del pittore Joseph Beuys di Andy Warhol, la “Donna con collana” di Picasso e ancora i “Bagnanti” di Cézanne.

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau