Scotte, il saluto dell’ex dg Giovannini: “Consegno uno dei migliori ospedali in Italia”

Il dg va in pensione, al suo posto Antonio Barretta: "Abbattuti i tempi di attesa, successi nell'attività chirurgica, nei risultati economici-finanziari: pochi ospedali in Italia hanno raggiunto simili traguardi"

Da oggi, Valtere Giovannini va in quiescenza e non è più il direttore generale dell’Aou Senese. Al suo posto è stato scelto Antonio Barretta:

Il saluto affettuoso di Giovannini, attraverso una lettera pubblica a cittadini ed addetti ai lavori, rivendica i risultati raggiunti durante i suoi anni da direttore: “difficile trovare le parole per esprimere sentimenti che traboccano il mio cuore in questo momento, le emozioni, i ricordi, nessuno più caro dell’altro, mi è, invece, facile dirvi semplicemente grazie, grazie perché con Voi tutti i miei sogni per una sanità pubblica, di qualità, per tutti sono, ancor che con fatica, giorno dopo giorno, diventati realtà per i nostri cittadini, per i nostri malati; la sanità pubblica sono uomini e donne che ogni nuovo giorno si alzano per dare agli altri, generosamente; generosamente non è parte del nostro dovere, è parte del nostro cuore, il cuore degli infermieri, dei medici , dei tecnici, delle professioni sanitarie, di tutti gli operatori della sanità. Un Ospedale senza tempi di attesa per una visita specialistica o un esame diagnostico strumentale era davvero un sogno, per alcuni impossibile; abbiamo invertito il paradigma; non ci siamo chiesti quanto dare, ci siamo chiesti cosa e come dare; ci siamo chiesti quali fossero i bisogni dei nostri cittadini, ci siamo avvicinati per capire meglio, abbiamo capito; ascoltiamo sempre con attenzione i nostri cittadini e non avremo necessità di difenderci dai nostri insuccessi, sui tempi di attesa, parlando di inappropriatezza ; il bisogno di incontrare un medico non è mai inappropriato, a volte non adeguata è la nostra capacità di ascolto. L’ultimo monitoraggio della Regione toscana consegna alla Aou senese il podio dei migliori risultati; credo che pochi Ospedali in Italia abbiano raggiunto simili traguardi; altri report avrei potuto allegare, tutti di successo, dai report della attività chirurgica, ai report economico finanziari; a questo monitoraggio sono particolarmente affezionato; è il mio grazie a tutti Voi, per aver reso possibile un sogno, il mio saluto commosso, a presto”.