Sedilo terra d’Ardia e cavalli, approfondimento di Siena Tv in onda venerdì 18

Radio Siena Tv racconterà l’esperienza sedilese alla scoperta della tradizione dell’Ardia e del Palio del Guilcer in un approfondimento che andrà in onda venerdì 18 ottobre alle ore 21

Sedilo nel week end del 12 e 13 ottobre, se possibile, ha respirato aria di Palio più di quanta già ne respira ogni giorno. Due eventi hanno infatti caratterizzato il fine settimana, in entrambi i cavalli sono stati elementi centrali. Il paese dell’Ardia ha prima organizzato un convegno il cui tema centrale è stato “come allevare un cavallo da Palio”, tematica importante sul territorio poiché proprio Sedilo è da tempo la terra natia di numerosi soggetti che hanno scritto e scrivono la storia del Palio, da Fedora Saura a Istriceddu fino al biondo Remorex. L’allevamento sedilese vanta quindi una qualità importante ed aspira a continuare a fornire a Siena cavalli di qualità. Al convegno moderato dall ‘ing. Tonino Manca, con un saluto istituzionale del sindaco Salvatore Pes, invitati, tra gli altri, Pietro Penta, storico delle tradizioni e sedilese d’ adozione, Massimiliano Ermini, presidente dell’associazione proprietari, allevatori ed allenatori cavalli da Palio, Giulia Puddu, allevatrice di Remorex e Radio Siena Tv. La giornata della domenica ha visto poi cavalli e fantini impegnati nel galoppatoio della società ippica sedilese nella terza edizione del Palio del Guilcer, a cui hanno preso parte i comuni della zona. Il primo premio è andato al comune di Aidomaggiore con Peter Pan II e Lorenzo Putzulu, buone le prove del contingente senese dei giovani fantini sardi rappresentato da Giovanni Puddu, Paolo Arru e Matteo Pische. Nel programma della giornata al galoppatoio anche la sfida dei bambini nel palio degli asinelli. Radio Siena tv racconterà l’esperienza sedilese alla scoperta della tradizione dell’Ardia e del Palio del Guilcer in un approfondimento che andrà in onda venerdì 18 ottobre alle ore 21 sul canale 90 e in streaming www.radiosienatv.it.

Eleonora Mainò