Smottamenti in strada di Montalbuccio, proseguono i lavori

L’assessore Pugliese risponde all’interrogazione di Masi, Periccioli, Micheli e Valentini (Pd)

Gli smottamenti in Strada di Montalbuccio nell’interrogazione del gruppo PD: Alessandro Masi, Giulia Periccioli, Luca Micheli e Bruno Valentini. Il consigliere Masi ha ricordato “quanto periodicamente questa via sia interessata da frane dovute a picchi di maltempo, non ultima quella dello scorso metà novembre che ha causato, e causa tuttora, problemi ai residenti e al traffico pubblico. Considerando l’importanza di questa strada e l’intento del Comune di essere pronto a fare interventi finali, come espresso dal sindaco nel precedente Consiglio”, Masi ha chiesto “quando saranno avviati gli interventi di messa in sicurezza delle scarpate da parte dei privati, e se l’Amministrazione intenda partecipare direttamente, considerando l’utilità pubblica della strada”.

“L’amministrazione – ha risposto l’assessore ai LL.PP. Sara Pugliese – si è attivata con i soggetti privati interessati, ai quali è stato richiesto di provvedere agli interventi di prima messa in sicurezza propedeutici alla rimozione dei materiali franati. Con deliberazione della Giunta 523 dello scorso  5 dicembre abbiamo comunicato la nostra disponibilità a contribuire nell’immediato, mettendo in atto quanto necessario per poter rimuovere i materiali franati e cercare di rendere nuovamente fruibili al traffico veicolare e pedonale le strade con un impegno economico di 50mila euro”.

Il Comune, con una determinazione dirigenziale del successivo 17 dicembre ha poi provveduto ad affidare gli interventi di rimozione di alcune frane ad una ditta specializzata. “Ieri (18 dicembre) – ha proseguito l’assessore –  a seguito della comunicazione pervenuta dagli aventi causa riguardo la frana si è avviato l’intervento di rimozione dei materiali, che saranno stoccati nella cava di Pancole (Castelnuovo Berardenga), in attesa dell’esecuzione delle prove e delle verifiche, richieste dalla normativa, riguardo il loro possibile riutilizzo. Una volta rimosso il materiale saranno installate alcune barriere in calcestruzzo che delimiteranno la larghezza della sede stradale, rendendo fruibile una sola carreggiata e istituito un senso unico alternato “a vista””

“Il senso unico alternato è destinato a rimanere in essere fin quando non saranno approntati tutti gli interventi di messa in sicurezza definitiva sulla base di un progetto che dovrà essere redatto dai tecnici incaricati dai soggetti privati, e sottoposto alle necessarie autorizzazioni”. Masi, nel dichiararsi “soddisfatto sulla tempistica relativa alla risoluzione temporanea del problema che ha visto l’apertura di una carreggiata”, ha poi aggiunto che “mi preoccupa la tempistica per la soluzione totale del problema. La limitazione del traffico, in strada di Montalbuccio, infatti, aumenta il carico sulla vicina strada degli Agostoli, con disagi e danni anche per quel tratto che vanno anch’essi ripristinati. Mi auguro che la viabilità a senso unico non rimanga a vita”.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due