SRT 2 “Cassia”, via alla gara per il primo lotto della variante di Staggia Senese

Poggibonsi, il nuovo tratto di viabilità avrà una lunghezza di circa 500 metri e servirà a liberare dalla pressione del traffico il centro dell’abitato. L’importo dell’intervento è di poco più di 3,2 milioni

E’ stata ufficialmente indetta dalla Regione Toscana la gara d’appalto per l’esecuzione dei lavori di costruzione del primo lotto della variante stradale di Staggia Senese, nel comune di Poggibonsi.

Si tratta di un passaggio fondamentale per la realizzazione di un’opera fortemente attesa  dal territorio. Il nuovo tratto di viabilità avrà una lunghezza di circa 500 metri e servirà a liberare dalla pressione del traffico il centro dell’abitato. La porzione è quella compresa tra la SP70 e la vecchia Cassia in corrispondenza del distributore di carburanti. L’intervento prevede anche la realizzazione di due ampie rotatorie e di importanti opere di mitigazione ambientale. Il progetto esecutivo, prima dell’approvazione finale, era stato sottoposto a più sessioni di controllo dei verificatori del TUV, società di revisione di caratura internazionale.

“L’obiettivo era quello di partire con la gara entro questo anno – dichiara l’assessore a trasporti e infrastrutture Stefano Baccelli – ed è importante che sia stato mantenuto. Nonostante i problemi causati dall’emergenza sanitaria, progettisti e Regione hanno lavorato per chiudere il progetto, garantendone gli aspetti di qualità, sicurezza, compatibilità ambientale, e far partire la gara. Lo dovevamo alla comunità di Staggia che attende da tempo questa opera.”

“Entriamo in una nuova fase che è preludio all’avvio dei lavori per la variante alla Cassia che bypasserà l’abitato di Staggia – dichiara il sindaco di Poggibonsi David Bussagli – Un’opera che è stata al centro di un percorso lungo più volte frenato. Il nostro impegno negli anni, per far ripartire finanziamenti e iter, è stato costante anche nella interlocuzione con la Regione Toscana che ringraziamo per il lavoro svolto e per l’attenzione continua con cui ha seguito l’evoluzione di tutte le fasi. La gara per aggiudicare i lavori del primo lotto è un passaggio importante per la nostra comunità. Ci avviciniamo alla concretizzazione di questa infrastruttura strategica per tutta la viabilità provinciale e regionale e che ci consente di avviare un ulteriore percorso che dovrà riguardare la riqualificazione dell’abitato di Staggia”.

Il progetto prevede un’attenta analisi di sicurezza per gli accessi posti lungo la SP70 e un consistente incremento dell’attuale larghezza della carreggiata stradale. Tutti gli impianti di illuminazione saranno realizzati con LED a basso consumo e le acque piovane saranno trattate prime di essere immesse nel torrente Staggia. L’importo dell’intervento è di poco più di 3,2 milioni di euro e una parte delle risorse sarà destinata al monitoraggio degli effetti della costruzione sull’ambiente.