Suolo pubblico, tasse, vendita bevande, affitti e musei: le misure straordinarie per esercenti e commercianti

Fra le novità del pacchetto straordinario di misure, l'estensione - bilanciata e rispettosa della concorrenza - del suolo pubblico, vendita di bevande da asporto, riduzione di tari, sospensione tassa di soggiorno e occupazione suolo pubblico, musei e parcheggi gratuiti (nel weekend)

Un pacchetto di misure straordinarie, che inciderà per 7-8 milioni sul bilancio comunale, per venire incontro al tessuto produttivo ed economico della città, in particolare esercenti e commercianti, duramente colpito dalla crisi coronavirus: è quello annunciato dal Comune di Siena, attraverso il sindaco Luigi De Mossi. L’atto di indirizzo approvato dalla Giunta comunale si chiama “Siena ripartiamo insieme”.

Richiesta per la sospensione dei termini di scadenza dei titoli di credito: il primo provvedimento deliberato in Giunta è relativo, vista la crisi di liquidità, alla richiesta a Governo e Regione Toscana di un provvedimento finalizzato a sospendere gli effetti giuridici e le conseguenze dell’atto di “protesto” dei titoli di credito emessi e in scadenza nel periodo 1 gennaio- 31 dicembre 2020. Il documento sarà trasmesso alla valutazione del Consiglio comunale.

Vendita da asporto “allargata” alle bevande: fermo restando il no all’attività di vendita diretta, rispetto all’ordinanza regionale che permette solo il take away ed asporto di cibi cotti, le attività di Siena – pub, ristoranti, bar, gelaterie – potranno vendere, con decorrenza immediata, anche le bevande. Si potrà quindi tornare a prendere un caffè, ma da asporto.

Manovre straordinarie per la ripartenza: si parte dall’azzeramento della tassa di soggiorno fino al 31/12, passando dallo stop fino a fine anno al pagamento dell’occupazione del suolo pubblico, azzeramento Tosap e Cosap per attività commerciali ed edilizie e per i chioschi, e tassa sulla pubblicità (ICA), fino alla riduzione complessiva – da un milione di euro – della Tari con acconto posticipato al 31 agosto/30 settembre, e della locazione degli affitti per le proprietà comunali e locati ad attività commerciali o artigianali, del 20%.

Spazio all’erogazione di 45mila euro su progetti di volontariato già approvati (bando “Siena Di&Per Tutti”) e alla sospensione di rette di asili, mense e trasporti scolastici fino a giugno.  Sospensione e proroga, per il periodo di emergenza, anche delle concessioni edilizie rilasciate. Sarà garantita inoltre l’estensione, bilanciata nel rispetto della concorrenza e gratuita, del suolo pubblico per gli operatori, la concessione straordinaria gratuita di suolo pubblico nelle vie e piazze cittadine agli esercenti che, in forma singola o associata, ne faranno richiesta e l’estensione facoltativa degli orari di apertura. Gratuità dei musei comunali e Torre del Mangia fino ad agosto e del ticket turistico per i bus. Infine, proroga di 2 mesi degli abbonamenti Siena Parcheggi e sosta gratis Stadio/Fortezza e Santa Caterina sabato e domenica fino al 30 settembre.

© Riproduzione riservata

 

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due