Truffa dello specchietto: vittima un senese

Giovane coppia mette in atto a Siena la truffa dello specchietto, vittima un senese

E’ la stessa vittima, un giovane senese, a raccontare di essere rimasto vittima della ormai famosa truffa dello specchietto. Un trucco di cui tutti hanno sentito parlare, ma nel quale è facile cadere davanti all’insistenza dell’automobilista truffatore che approfitta della fretta del malcapitato.

“Oggi, verso le 12, purtroppo sono stato vittima di una truffa – racconta il giovane senese. – Una di quelle che si sentono talmente tante volte in TV che, mai e poi mai, penseresti che ti possano fregare. Invece c’ho battuto la bocca”.

E spiega: “In breve, mi trovavo all’altezza dell’ex distributore nei pressi del bivio per Guistrigona quando ho notato un’auto in sosta proprio sul ciglio della strada. Sono passato alla larga, onde evitare problemi… ed è lì che ho avvertito un colpo sulla mia macchina. Lì per lì pensavo d’aver preso una buca, fino a che non mi sono visto la stessa macchina alle spalle che mi abbagliava per farmi fermare. È sceso un ragazzo alto, magro, capelli corti mori più corti sui lati, vestito bene e con un forte accento del sud (siciliano presumo). Subito mi ha aggredito verbalmente insinuando che io avessi urtato il suo specchietto rovinandolo. Effettivamente era un po’ sciupato, ma non ero convinto… almeno fino a quando non ho visto una striscia sulla mia fiancata, alla stessa altezza del suo specchietto. A quel punto, preso dalla fretta del ritardo che stavo accumulando e dall’inaspettato “incidente”, mi sono lasciato abbindolare”.

Prosegue poi: “All’inizio mi ha chiesto 200 euro, poi vedendo che non avevo tale somma, si è “accontentato” di 40 euro. Purtroppo mi ha colto proprio nel peggior momento possibile, perché se avessi avuto il tempo necessario l’avrei invitato dai Vigili o dai Carabinieri per risolvere la cosa, mai e poi mai avrei accettato di pagare sul momento. Assieme a lui c’era anche una ragazza bionda, capelli lunghi, di bell’aspetto, con una giacca beige, ma non è mai scesa dall’auto, quindi non posso dare ulteriori informazioni. L’auto, a memoria, mi pare fosse sul marrone sabbia, chiara con rifiniture nere. Mi raccomando, state attenti e non vi fermate. Spero che questo post vi possa tornare utile positivamente”, conclude mettendo in guardia altre senesi.

Perchè i truffatori dello specchietto, quando scelgono una zona, mettono a segno più colpi possibile. Ed in effetti sembra che abbiano già iniziato, perchè al post rispondono in tanti raccontando di essere caduti anche loro nel tranello. E’ successo a Taverne d’Arbia, dove le vittime sono stati numerosi anziani, a Pianella ed anche in Massetana, alle 8 del mattino. 

Lusini Gas
Estra
Electronic Flare
Cotas Radio Taxi
Siena Motori
Europa Due
Golmar Igiene professionale
Siena Bureau
Terre Cablate
Centro Farc
Chianti Banca