Ubriaco al volante finge un infarto per non farsi ritirare la patente

Polizia Stradale denuncia un 46enne di origini albanesi residente a Colle Val d’Elsa

La Polizia Stradale di Siena ha denunciato un 46enne che stava al volante della sua Mercedes ed era ubriaco.
E’ accaduto ieri sull’Autopalio quando lui, di origini albanesi e residente a Colle Val d’Elsa, stava transitando in prossimità di Badesse in compagnia di un connazionale ed è stato notato da una pattuglia della Sezione di Siena.
Andava troppo velocemente, pertanto, i poliziotti lo hanno inseguito e costretto a fermarsi. Lo straniero, che aveva capito lo scenario che si stava delineando per lui, ha pensato di fare una furbata, dicendo alla Stradale, alla richiesta di documenti, che stava accusando una fitta al petto, come se fosse un infarto.
Gli investigatori, che avevano ben compreso quel tentativo di raggiro, hanno subito chiesto alla Centrale Operativa l’intervento del medico del 118 che, dopo aver prestato assistenza all’uomo, ha escluso che lui avesse bisogno di cure.

L’etilometro ha poi definitivamente messo a nudo il tarocco tentato dallo straniero, avendo registrato un tasso di alcool nel suo sangue superiore al consentito. Per lo scellerato automobilista non c’è stato scampo, tant’è che la Polstrada lo ha denunciato per guida in stato di ebbrezza, procurato allarme e resistenza, con il ritiro della patente, 15 punti decurtati e quasi 1.000 euro di multa per la velocità eccessiva.
Pure il suo amico non l’ha fatta franca, poiché è stato denunciato per non avere il permesso di soggiorno.