Whirlpool, cessione stabilimento Napoli preoccupa i lavoratori senesi. Sindacati annunciano la mobilitazione

Onori (Fiom Cgil) a Siena Tv: “Dipendenti molto preoccupati, per Siena si prevedevano azioni commerciali mai avviate”

Cresce la preoccupazione tra i lavoratori Whirlpool di Siena e i sindacati dopo la decisione della multinazionale di procedere alla cessione del sito di Napoli e del ramo d’azienda. A fare il punto della situazione, ai microfoni di Siena Tv, è Massimo Onori di Fiom Cgil, che annuncia la mobilitazione.

“Abbiamo deciso di mettere in campo due settimane di mobilitazione – ha detto – L’atto viola gli accordi sottoscritti al Mise ad ottobre, mette a rischio la prosecuzione degli altri stabilimenti. Pensiamo sia il primo passo verso il disimpegno graduale dell’azienda nel nostro paese e la paura è confermata dal mancato rispetto del piano industriale, mai applicato a Siena. I lavoratori sono fortemente preoccupati, si inizia da Napoli e forse si passerà ad altri stabilimenti. Per Siena si prevedevano azioni anche commerciali, per l’incremento di 150mila pezzi, ma ad oggi non abbiamo visto nulla”.

 

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due