Whirlpool, riapre la fabbrica: “Rispettiamo le misure, c’è massima sicurezza”

La fabbrica ha riaperto nonostante che la domanda della deroga sia ancora sul tavolo del Prefetto Gradone, e senza dunque autorizzazione, ma la riapertura è in pieno regime di sicurezza in base al protocollo siglato con i sindacati il 18 aprile

80 operai e 15 dipendenti hanno varcato questa mattina il cancello della Whirlpool per ricevere prima la formazione sulle misure adottate implementate a tutela della salute e poi per tornare nelle catene di montaggio a produrre congelatori. La fabbrica ha riaperto nonostante che la domanda della deroga sia ancora sul tavolo del Prefetto Gradone, e senza dunque autorizzazione. Le sigle sindacali ieri avevano, infatti, invitato i lavoratori a non entrare, ma senza nessuna tensione tutti i lavoratori sono entrati in fabbrica pronti a far ripartire la produzione di congelatori.

“Abbiamo riaperto perchè riteniamo di poter ottemperare a tutte le misure di sicurezza richieste – ha detto ai microfoni di Siena Tv Filippo Villa, HR industrial relations – è stato firmato un protocollo con le con segreterie nazionali dei sindacati, e abbiamo implementato tutte le misure previste dai decreti e dalle ordinanze locali volte a prevenire il contagio. Il magazzino ha continuato a lavorare, il prodotto viene richiesto e c’è necessità di produrre, c’è un aumento di volumi. Oggi parte una linea, domani un’altra, è una riapertura a scaglioni, da martedì la fabbrica sarà a pieno regime”.

La Whirlpool è la prima a superare il lockdown imposto come misura di contenimento del contagio da coronavirus, ma la riapertura è in pieno regime di sicurezza in base al protocollo siglato con i sindacati il 18 aprile. Inoltre ai lavoratori è stato garantito anche un periodo di formazione prima di tornare a produrre.

“Abbiamo lavorato con un team di esperti di interni ed esperti per definire le misure di sicurezza – ancora Villa – ovvero gel disinfettanti, pulizie straordinarie, mascherine, guanti, sanificazione, e disposizione di barriere in plexiglas, garantiamo il distanziamento. Tutti possono confermare di essere sicuri”.

 

 

Electronic Flare
Estra
Terre Cablate
Centro Farc
Siena Bureau
Europa Due