Whirlpool Siena, nel nuovo piano industriale ci sono 143 esuberi

L’allarme di Cobas: “Non si può andare avanti a colpi di ammortizzatori sociali. Lo stabilimento presto si esaurirá”

Precipita la situazione della Whirlpool Siena. Nel piano industriale triennale presentato ai sindacati nei giorni scorsi, come denuncia Cobas, sono stati annunciati ben 143 esuberi da gestire. Un grosso problema che si aggiunge alla sempre più ridotta produttività dello stabilimento senese, abbassamento delle ore e degli stipendi, e con  ammortizzatori sociali limitati nel tempo. Che se anche concessi ulteriormente dal nuovo governo, posticiperebbero soltanto di qualche mese il problema.

“La Whirlpool – dice Cobas – faccia il suo dovere imprenditoriale fino in fondo altrimenti l’impianto si esaurirà. E nessuno rimanga indifferente a questa vertenza. Il dramma sta nel fatto che lo stabilimento non trova rapidamente il modo di riconquistare il mercato dei congelatori, non si può andare avanti a colpi di ammortizzatori sociali”.

Errebian
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due