Acn Siena reti inviolate e qualche rimpianto

Un buon secondo tempo non basta al Siena. Nota positiva l'ottimo esordio di Gibilterra

Acn Siena non riesce a superare l’ostacolo Follonica Gavorrano. Un secondo tempo frizzante, con un Gibilterra sugli scudi, non basta. La squadra di Gilardino, forse, paga un po’ di stanchezza e infortuni durante la gara.

Serata prenatalizia al Franchi. Fa freddo ma la temperatura non è rigida. Il Siena, reduce dal poker di Cannara, è chiamato alla continuità contro un avversario ostico, ben messo in campo che proviene da tre vittorie casalinghe. Intanto, anche se mancano 24 ore alla notte più magica dell’anno, quella dei tradizionali regali, il dono, alle due compagini, lo ha già fatto lo Scandicci vincente in casa del Trastevere: anche per questo, il match di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino verso la leaderschip del girone. Mister Gilardino, lascia nel cassetto l’opzione turnover e schiera 9/11 della sfida di domenica: le ultime novità sono rappresentate da Agnello e Ruggeri.

Primo tempo di sostanziale equilibrio: arido di emozioni. Una occasione, netta, per parte. Dalla parte ospite il palo di Mencagli dall’altra la ghiotta opportunità per Nunes che, solo davanti al portiere, tira debolmente.

In apertura di seconda frazione, ancora Mencagli mette i brividi a Narduzzo: colpo di testa di poco fuori. Gilardino corre ai ripari: dentro Martina e Schiavon fuori Ruggeri e Bani. In 2 minuti, si arrendono ad infortuni Crocchianti e Nunes: dentro Aruna e Gibilterra (all’esordio). Al 80’ bellissima discesa sulla sinistra di Gibilterra: a Mignani non riesce la zampata vincente. Il Siena cresce. Per il Follonica Gavorrano entra Guazzini (ex del match).

Finisce così: è 0-0.

La foto è tratta dalla pagina facebook ufficiale di Acn Siena

Giornalista pubblicista da oltre 15 anni, si occupa di comunicazione nel pubblico impiego. Ha lavorato in Italia e all'estero. Si dice onorato di risiedere a Siena, città che vede crescere i suoi figli. Parla e scrive di sport ed attualità: nel suo passato radio e carta stampata. Nel presente il web.