Bagatta ringrazia il M5s ma dice no all’incarico di ministro dello sport

Il presidente onorario della Soundreef ha spiegato che per via dei suoi impegni di giornalista e imprenditore non c’erano le condizioni per assumere un ruolo così importante

Guido Bagatta, presidente onorario della Soundreef Mens Sana Basket non sarà il ministro dello sport in un eventuale governo del Movimento 5 Stelle. Il conduttore televisivo e giornalista era il prescelto dal candidato premier Luigi Di Maio e dopo aver ricevuto la proposta, a seguito di giorni di ragionamenti e consultazioni, ha deciso di declinare ringraziando i pentastellati per aver pensato a lui.

Bagatta ha spiegato che si è sentito onorato della proposta ma per via dei suoi impegni di giornalista e imprenditore non c’erano al momento le condizioni temporali giuste per assumere un ruolo istituzionale così importante.

 

Lusini Gas
Estra
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Terre Cablate
Golmar Igiene professionale
Chianti Banca
Centro Farc