Basket: quarta vittoria di fila per la Mens Sana, cadono Virtus e Costone

I biancoverdi si impongono sul campo di Laurenziana 68-71. Virtus sconfitta a Prato 71-66, Vismederi superata a Campi Bisenzio 60,-54. Larga vittoria casalinga di Poggibonsi

Grande risultato della Mens Sana basketball academy che ieri pomeriggio a Firenze contra la Laurenziana centra la quarta vittoria di fila. I ragazzi di coach Binella portano a casa un grande risultato dopo una partita difficile è incerta fino all’ultimo quarto. Ci sono voluti due tempi supplementari per decretare il vincitore di questa giornata, un match teso contro un’avversario fisicamente forte. Nonostante tutto, arriva la vittoria della Mens Sana grazie anche al contributo di Iozzi che, proprio oggi, ha fatto il suo debutto stagionale dopo aver recuperato l’infortunio.

Mens Sana: Monnecchi n.e., Menconi 6, Pannini 16, Iozzi 11, Sprugnoli 4, Benincasa 8, Milano, Del Cucina 4, Sabia 4, Santini n.e., Bovo 5, Tognazzi 13. All. Binella

Laurenziana : Mendico 12, Bardini 6, Mugnaini n.e., Scolari 8, Carcasci 5, Bigi, Lerede 6, Bitossi 4, Marinai 2, Briccoli n.e., Bacci 15, Faticanti 10. All. Calamai

Sconfitta invece in trasferta per la Virtus, che cade 71-66 sul parquet della Sibe Prato al termine di una partita che ha visto i rossoblu inseguire sin dai primi minuti per poi imbastire una rimonta nell’ultimo quarto che non è però bastata per conquistare i 2 punti, con i padroni di casa bravi a  mantenere la freddezza giusta per segnare i canestri decisivi nel finale.

Partita che inizia subito in salita per i rossoblu, che iniziano il match con le polveri bagnate. Ne approfitta Prato che firma subito il primo break portandosi avanti 14-4, un solco che i rossoblu non riusciranno più a colmare. I padroni di casa allungano fino al 19-4, poi arriva una mini reazione da parte dei virtussini, che continuano però a litigare col ferro e a commettere falli che mandano gli avversari in lunetta. Prato controlla il ritmo e chiude la prima frazione in vantaggio 25-12.

Il secondo periodo inizia sulla falsariga del primo, con la Virtus che costruisce buoni tiri senza però riuscire a finalizzarli; la Sibe vola così sul 31-15. Olleia prova a prendersi l’attacco sulle spalle segnando alcuni canestri in avvicinamento, ma la difesa rossoblu concede troppo soprattutto a rimbalzo offensivo, dove Prato punisce con costanza allungando sul 40-23. La Virtus reagisce con orgoglio stringendo le maglie in difesa e costruendo un parziale di 6-0, ma Prato riprende presto in mano le redini dell’incontro, conducendo la partita all’intervallo lungo sul 45-32.

È una Virtus diversa quella che entra in campo nel secondo tempo: i rossoblu provano ad imporre il proprio ritmo alla partita, ma trovano di fronte una Prato concentrata capace di reggere l’ urto. L’Acea torna sul -10 (51-41), poi per ben due volte Bartoletti la riporta sotto la doppia cifra di svantaggio, ma in entrambe le occasioni prima Navicelli e poi Staino gli rispondono, permettendo ai padroni di casa di chiudere il terzo periodo sul 58-48.

Nell’ultimo quarto Prato gestisce il vantaggio, ma la Virtus alza la pressione difensiva dando il via alla rimonta. La tripla di Nepi dall’angolo dà il -8 all’Acea, poi lo stesso Nepi insieme a Bruno riporta i rossoblu a un solo possesso di distanza sul 66-63. Nel momento di maggiore difficoltà per la Sibe è Smecca a segnare una tripla importante che regala il nuovo +6 ai padroni di casa a 1.30 dalla fine. Il punteggio si blocca fino alla tripla di Lenardon a 12 secondi dal termine. La Virtus è costretta a fare fallo e manda in lunetta Magni, che chiude la partita con un 2/2 che non lascia speranze ai rossoblu, che escono sconfitti 71-66.

SIBE PALLACANESTRO 2000 PRATO – ACEA VIRTUS SIENA 71-66 (25-12; 45-3; 58-48)

PRATO: Manfredini ne, Marini 7, Danesi 13, Magni 9, Staino 5, Navicelli 7, Saccenti ne, Pittoni ne, Smecca 12, Zardo ne, Pacini 2, Vannini 16. All. Pinelli.

VIRTUS: Bartoletti 8, Pacciani ne, Avdiu, Bianchi 5, Bruno 8, Olleia 15, Lenardon 5, Nepi 21, Zambonin 1, Braccagni 3, Francini ne, Costantini ne. All. Spinello

Arriva la prima sconfitta stagionale per la Vismederi Costone che nel bunker di Campi Bisenzio incappa in una serata storta. Hanno la meglio i padroni di casa che nel finale riescono a recuperare da un -4 del 34′ che la Vismederi era riuscita a costruire con tanta fatica, grazie ai canestri a ripetizione di Bruttini. Ma andiamo con ordine: gara molto nervosa sin dalle battute iniziali, con le squadre che si studiano puntando molto sulle difese. Primo quarto sostanzialmente equilibrato, con il Campi Bisenzio che cerca più volte l’allungo, tentativi sempre rintuzzati dai senesi che hanno in Ondo Mengue il punto di riferimento essenziale. La Vismederi raggiunge la parità all’8′ (13-13), portandola fino alla prima sirena. La 2^ frazione è caratterizzata da molti di errori su entrambi i fronti, anche i direttori di gara si fanno contagiare da questa situazione, ne scaturisce un confronto disordinato e complicato che a fatica il Costone riesce a gestire, incapace di attaccare il ferro. Nonostante ciò le squadre vanno al riposo distanziate di un solo punto. E’ nel 3° quarto che i padroni di casa ispirati da Petri, ma soprattutto da Municchi, scavano un solco importate (40-30 al 26′), Bruttini però non si dà per vinto e sospinge la squadra a suon di canestri, tanto che dopo il -3 della 3^sirena, è il Costone a rendersi protagonista di un assolo importante, piazzando un parziale di 1-10. Il 4° fallo di Municchi costringe coach Bonetti a rivedere il proprio quintetto, con il Costone che ne approfitta per portarsi sul +4 al 34′ (45-49). Da qui in poi però i gialloverdi perdono il filo del discorso, mentre i fiorentini prendono coraggio trovando il 49 pari al 35′, complici alcune distrazioni difensive da parte dei ragazzi di Fattorini. E’ la bomba di Vignozzi a esaltare i padroni di casa che in men che si dica piazzano un break di 7-0 ipotecando così la vittoria. Daniel e poi Torres fanno il resto, con Bruttini che dà ancora speranze ai suoi con la tripla del 57-54 a 3′ dal termine. Due infrazioni di passi fischiate agli avversari non impediscono a Campi Bisenzio di far suo l’incontro, anche perchè uno sfondamento dubbio fischiato a Niccolò Mencherini e una palla persa malamente a metà campo, spianano la strada ai locali che chiudono la pratica sul 60-54.

60-54

Parziali: 17-17, 25-24, 42-39

CAMPI BISENZIO: Municchi 13, Petri 8, Daniel 8, Corsi 12, Vignozzi 8, Corti 2, Dionisi 4, Torres 5, Aquili, Acciaoli ne, Mirizzi ne, Berillo ne. All. Bonetti

VISMEDERI COSTONE SIENA: Mencherini L., Bruttini 24, Ondo Mengue 20, Mencherini N.8, Silveira 2, Angeli, Franceschini, Nupieri, Picchi ne, Tognazzi ne, Piattelli ne, Filipovic ne. All. Fattorini

ARBITRI: Landi e Barbanti

Paolo Nesi Group Poggibonsi Basket-Sansepolcro 74-52 (16-20 / 37-33 / 57-38 / 74-52)
Maestrini, Lazzeri 7, Collet 12, Castracani 3, Testi, Vallerani 6, Moroni 5, Borgianni 16, Fornai, Golini13, Rumachella 12 All. Aprile

Netta vittoria per i ragazzi di coach Aprile che si sono imposti su Sansepolcro con il punteggio di 74 a 52. Prima partita al Bernino e prima partita con il pubblico sugli spalti. Tanta emozione e tanta voglia di riscatto dopo la brutta sconfitta ad Arezzo. I leoni hanno cominciato con un pizzico di nervosismo e tensione, ma con il passare dei minuti la difesa asfissiante e le buone scelte in attacco hanno permesso ai giallo rossi di chiudere la partita e portare a casa i primi due punti della stagione.

Il commento di coach Aprile:” Ci tenevamo tantissimo a vincere in casa davanti al nostro pubblico. Il calore dei nostri tifosi ci ha dato quella sicurezza che ci era mancata settimana scorsa nella trasferta di Arezzo. Sicuramente dobbiamo continuare a crescere, dobbiamo lavorare forte, migliorare in difesa e in attacco dobbiamo essere lucidi per tutti i quaranta minuti. Purtroppo in attacco abbiamo qualche volta affrettato le conclusioni, ma ci sta con una squadra giovane come la nostra. Ripeto, stasera era importante vincere perché questo ci aiuterà ad allenarci durante la prossima settimana con uno spirito più sereno per prepararci alla trasferta non semplice di Sancat.

Il commento di Sancho Golini:”Volevamo vincere questa partita, lo volevamo fare dopo la sconfitta di Arezzo, ma soprattutto lo volevamo fare davanti al nostro pubblico. All’inizio nonostante Sansepolcro sia andata avanti grazie al tiro da fuori, siamo stati bravi a rimanere concentrati e rimanere attaccati alla partita. La nostra arma migliore? sicuramente la difesa. Da li è nato tutto e grazie al nostro essere squadra nel difendere poi le cose in attacco vengono più semplicemente.
Il pubblico del Bernino stasera è stato fantastico. I nostri tifosi (Cecca e Goro in primis) si sono fatti sentire e devo dire che il loro calore ci mancava tantissimo.

Paolo Nesi Group Poggibonsi Basket-Sansepolcro 74-52 (16-20 / 37-33 / 57-38 / 74-52)

Maestrini, Lazzeri 7, Collet 12, Castracani 3, Testi, Vallerani 6, Moroni 5, Borgianni 16, Fornai, Golini13, Rumachella 12 All. Aprile