Benini: “Pasti equilibrati nelle mense scolastiche anche in occasione di scioperi del personale”

L’assessore all’istruzione: “I bambini necessitano di una dieta bilanciata, con una corretta ripartizione di nutrienti, così da evitare i rischi derivanti da un’alimentazione non variegata”

“Sarà il tonno a sostituire la schiacciatina, data in abbinamento alla pasta in bianco, quando l’organico dalla mensa dell’Asp è ridotto per l’adesione a scioperi”. E’ questo l’annuncio dato oggi dall’assessore all’Istruzione Paolo Benini dopo l’incontro che ha tenuto ieri con la direttrice dell’Azienda Servizi alla Persona (ASP) Bianca Maria Rossi, le OO.SS., la nutrizionista Giulia De Nicola e la dietista Gloria Turi dell’Azienda USL Toscana Sud Est.

“Sono molto soddisfatto che la mia richiesta sia stata accolta favorevolmente perché il servizio è rivolto ai bambini ai quali necessita una dieta giustamente bilanciata, con una corretta ripartizione di nutrienti, così da evitare i rischi derivanti da un’alimentazione non variegata, e garantire loro un buono stato di salute e un normale accrescimento”,  ha evidenziato Benini”. “Non ritenevo infatti equilibrato, dal punto di vista dei valori nutrizionali, che i piccoli che usufruiscono dei pasti, sono circa 3700 quelli  realizzati quotidianamente nella cucina ASP per le scuole senesi, dovessero abbinare i carboidrati della pasta ai carboidrati della focaccia tralasciando l’apporto proteico”.

Resta, chiaramente, garantita la fornitura di pasti in base a particolari diete necessarie a chi è affetto da celiachia o altre intolleranze. L’assessore ringrazia tutte le parti interessate per la sensibilità dimostrata alla risoluzione del problema.