Chiacig: “Sempre bello vestire la maglia Mens Sana, sia in Serie A che in Promozione”

Le prime parole di Ghiaccio dopo il terzo ritorno in maglia biancoverde: "Ho piacere anche solo far parte del gruppo, poi io sono orgoglioso e mi sento anche fortunato di poter correre dietro una palla a 45 anni. Riuscire a farlo qui a Siena, a casa mia, è una bella cosa"

Roberto Chiacig “Ghiaccio”, eroe del primo Scudetto Mensanino e della Coppa Saporta, indosserà la casacca biancoverde, per la terza volta in carriera (dopo il periodo 2000-2006 rivestì la canotta senese nel 2014-2015, in B). Nonostante i 45 anni, ha ancora tanta voglia di competere e di giocare, al di là di ogni categoria, per dare del mano ai colori della sua vita: “Ho chiesto di allenarmi con la squadra qualche settimana fa per riprendere mobilità e condizione fisica – ha dichiarato – Alla fine comunque credo che se c’è una possibilità di entrare a far parte di un gruppo e lavorare con loro penso sia una cosa positiva. E poi, perché no, se c’è l’ulteriore possibilità di giocare, dare una mano e far parte del roster lo vedremo. Intanto abbiamo fatto il tesseramento. Ed intanto a me fa piacere e sono contento di essere tornato alla Mens Sana, penso sia una cosa che in ogni caso faccia piacere a tutti”.

Le condizioni fisiche di Ghiaccio: “Sto abbastanza bene – ha detto – chiaramente qualche doloretto c’è sempre. Comincio a riprendere un po’ di condizione, è chiaro faccio tutto con molta calma. In questo momento la mia priorità è fare le cose con calma e tranquillità per stare bene. Diciamo adesso che sarò al cinquanta per cento, forse qualcosa meno”.

Il giudizio sui compagni di squadra. “Ho visto un bel gruppo, sta lavorando bene. Nelle settimane che sono stato con loro ho visto gente che si impegna moltissimo, ho visto anche dei giocatori che hanno talento, persone che hanno voglia di fare. E’ una bella squadra: compatta e con buoni elementi, che corrono e danno veramente tutto, anche in allenamento. Non sono qui per rompere gli equilibri che giustamente si sono creati, stanno lavorando bene, se posso dare una mano lo farò”.

Le sensazioni provate: “Tornare mi fa piacere e mi emoziona. E’ sicuramente una bella cosa, sono a Siena da venti anni, vestire la maglia della Mens Sana fa piacere in serie A o in un serie più bassa. Ci sono sempre tanti ricordi e sensazioni particolari, è chiaro come ci sia sempre una parte emotiva nel far parte di un gruppo che nel tempo è cambiato, ma che per certi versi è rimasto sempre lo stesso, come spirito e voglia di indossare questi colori. L’affetto nei mie confronti è sempre tanto, qualcuno mi ha manifestato felicità per questo tesseramento. A me fa piacere anche solo far parte del gruppo, poi io sono orgoglioso e  mi sento anche fortunato di poter correre dietro una palla a 45 anni. Riuscire a farlo qui a Siena, a casa mia, è una bella cosa”.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due