Compro-oro senese abusivo, stangata della Guardia di Finanza

Numerose le violazioni, le Fiamme Gialle elevano una sanzione per oltre 45mila euro

Contrasto del riciclaggio e del reimpiego di proventi di attività illecite, l’ultimo controllo della Guardia Finanza portato a termine è quello attuato nei confronti di un compro-oro senese, anche antiquario.

I militari hanno innanzitutto accertato l’esercizio abusivo dell’attività da parte del soggetto risultato non iscritto, come previsto, all’Organismo degli Agenti e Mediatori (OAM). Egli non disponeva neppure della bilancia per la misurazione del peso dei monili acquistati. Contestate, inoltre, numerose violazioni agli obblighi di verifica della clientela, (previste al fine di emarginare avventori collegati a tessuti criminali o connessi ad ambienti terroristici), ripetute violazioni alla legge sui pagamenti in contanti (ossia superiori a 500 euro) nonché l’omessa tenuta del registro previsto per lo svolgimento di attività di antiquario.

Al termine degli accertamenti eseguiti i Finanzieri hanno quindi elevato sanzioni amministrative per oltre 45 mila euro, ora al vaglio del competente Ufficio finanziario.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due